Buon lavoro Ciavula!

Abnegazione, passione e dedizione. Queste le caratteristiche che il mio predecessore, Giuseppe Trimarchi, ritiene siano fondamentali per essere guida illuminata di questa creatura che è Ciavula e della Cooperativa Sankara, che fortemente ha voluto la nascita di questa piccola, ma efficace testata online.
Caratteristiche che Giuseppe ha incarnato profondamente e per questo a lui va tutta la mia stima, consapevole che non smetteremo di collaborare e che la sua intelligenza viva e la sua solidità morale lo renderanno sempre capace di affrontare difficoltà e frustrazioni che la vita spesso propone. Le brave persone, io ci credo ancora, alla fine della storia, vincono sempre. A lui un grazie sincero per l’ottimo lavoro svolto e per il grande esempio che, quotidianamente, mi ha regalato, come editore di Ciavula e come amministratore di Sankara.
Farò il possibile per essere all’altezza del compito che mi è stato affidato, consapevole di poter contare sul sostegno e il grande lavoro, volontario e appassionato, di tutta la Redazione e del suo instancabile Direttore Giovanni Maiolo, altro splendido compagno d’avventura in questa nostra difficile terra.
Ho condiviso pienamente sin da subito l’idea di Ciavula e per questo continueremo a percorrere la strada che tante soddisfazioni ci sta regalando.

ciavula in evidenza
La libertà di pensiero in questa terra, ancora una volta sono d’accordo con Giuseppe, è un bene rarissimo e, aggiungo, faticoso. La libertà non è mai gratis. Costa sacrificio, ma è necessaria. Soprattutto nella nostra terra. Ciavula non smetterà di cercarla e di perseguirla. Perché sono profondamente convinta che il nostro riscatto, il vero cambiamento, possa partire solo dalla capacità di donne e uomini, figli di questa realtà, di costruire strumenti capaci di permettere la condivisione e il passaggio di informazioni, senza filtri, senza paura e senza padroni, perché solo questo tipo di informazione ci rende capaci di capire, di scegliere, di diventare più forti di chi usa il nostro ignorare la verità come arma.
Per questo Ciavula continuerà ad essere un punto di riferimento per i cittadini di Caulonia e di Gioiosa Ionica, non si stancherà di accendere i riflettori sulle criticità e di raccontare le meraviglie, non tapperà il becco alla satira irriverente della Carcarazza e non smetterà di pubblicare le segnalazioni di voi cittadini, attenti lettori di Ciavula.
Perché questa è la nostra libertà.
Perché è la nostra passione, la nostra possibilità di incidere positivamente sulla realtà che ci circonda, che a volte ci entusiasma e a volte non ci piace proprio.
Perché questo può essere, se lo vorrete, anche il vostro mezzo di informazione, non perfetto, certo, ma autentico, entusiasta, onesto.
Perché, in fondo, questa è Ciavula.

Alessia Barbiero