Mentre Dylan Dog perde colpi svetta la proposta horror di Bugs Comics. Che annuncia un fantasy…

Mentre Dylan Dog perde colpi svetta la proposta horror di Bugs Comics. Che annuncia un fantasy…

Angus Derryleng, proprietario della libreria in cui lavora Samuel Stern, la punta di diamante dei fumetti Bugs Comics, si ritrova in quello che definisce “il circolo Le Horra, il cenacolo dei racconti delle ombre”, per raccontare 10 storie dell’orrore.

“Chi è il vero autore delle storie?” – si chiede in apertura di “Racconti dal Derryleng 2”, in edicola dal 6 novembre – “Lo scrittore che le ha scritte? O il lettore che le ha ospitate nel suo animo, allestendo per loro la necessaria coreografia?”. Per poi rispondersi che “Forse le storie preesistono a tutti e due, scrittore e lettore. Forse ci usano entrambi semplicemente per vivere?”.

Si parte dalle difficoltà quotidiane vissute da una famiglia zombie che pensa di potere tornare al lavoro e a scuola come se nulla fosse accaduto. Il panico che ne seguirà gli farà capire che è meglio cambiare aria. Poi si passerà da un miracolo che ha più a che fare con un virus che con il soprannaturale per arrivare a un mondo distopico in cui il vecchio patto col diavolo è sostituito dal contratto coi Pacifici. Ci attende poi un circo veramente da brividi.

Indimenticabile la storia dei siamesi che non possono essere separati. Uno muore e quello che resta deve imparare a convivere col cadavere. Tra una storia e l’altra il volume si legge velocemente, mostrando un carosello di orrori davvero variegato.

Nel mese in cui Dylan Dog della Sergio Bonelli va in edicola con un albo, “Il momento blu”, puramente splatter (ossia il peggio del genere horror) avendo lasciato alle spalle il soprannaturale, l’ironia, la vena filosofica e il mistero che accompagnavano la testata, gli amanti del genere possono guardare con maggiore convinzione all’alternativa proposta da Bugs Comics e dal suo personaggio più noto, Samuel Stern.

Inoltre la casa editrice ha annunciato a breve la pubblicazione di un fantasy.

Su questo fronte sarà arduo anche solo sfiorare le vette di qualità raggiunte da Dragonero (il miglior fumetto italiano in circolazione), ideato dai geni del fantasy Luca Enoch e Stefano Vietti e disegnato da artisti del calibro di Luca Malisan e Walter Trono ma è bello che il panorama fantasy possa arricchirsi.

Samuel Stern è la prova che la Bugs Comics sa mettere in campo prodotti di qualità e la curiosità attorno al nuovo progetto è già tanta (anche la mia). Vedremo se sarà all’altezza delle aspettative.