I cittadini di S. Antonio e la loro lezione di democrazia

Un confronto autentico, ricco di contenuti, a più voci. Un esercizio di vera democrazia partecipativa. Un incontro fra intelligenze e sensibilità, dedite al bene comune.

assemblea s antonio

Anche questo è stato l’assemblea di sabato 28 Marzo tenutasi presso la struttura scolastica (in disuso) della frazione di S. Antonio. Amministratori comunali, guidati dal Sindaco Fuda, da una parte; cittadini di S. Antonio, riunitisi nella neonata Associazione “Orizzonti” presieduta da Franco Papaluca, dall’altra parte; sponsor e animatore dell’incontro, l’infaticabile Vincenzo Logozzo – Presidente della Consulta delle Associazioni (coadiuvato, durante l’incontro, dai suoi collaboratori Simona Coluccio, Loredana Calabrò e Pasquale Zavaglia).

E’ stata un’esperienza edificante, di grande sensibilità civica: tante persone, con giovani e donne in maggioranza, a confrontarsi insieme sul futuro di un territorio e di una comunità. Questa è la Gioiosa più bella e più civile, quella verso cui proveremo a tendere anche noi con il nostro piccolo giornale on-line.

s antonio 1

Tanti i temi all’ordine del giorno, puntualmente affrontati anche dal Sindaco Fuda nel suo articolato intervento introduttivo. La metanizzazione della frazione, iniziativa nata dalla richiesta avanzata dagli stessi cittadini del luogo e prossima al passo decisivo con l’individuazione dei privati disponibili a pagare di tasca propria per l’allaccio della relativa fornitura. La caduta massi che spesso colpisce la strada provinciale (e anche quella più interna) che attraversa la frazione di S. Antonio, con l’informativa da parte del Sindaco Fuda dell’intervento programmato da parte della Provincia (installazione di una rete paramassi a protezione della strada). La ripulitura del “ponticello” presente nella parte interna della frazione e la predisposizione di un’apposita segnaletica orizzontale (bande sonore) per limitare la velocità delle autovetture sul tratto di strada che va dalla Chiesa di S. Maria al Ponte di Catalisano. La predisposizione di un progetto per completare la stradella di accesso alla scuola (immediatamente dietro la Chiesa di S. Maria) e consentirne lo sbocco sulla strada provinciale.

s antonio 2

Molto interessante anche l’analisi del Sindaco sull’utilizzo della struttura scolastica, in disuso e non ancora ultimata, presso la quale si è tenuta l’assemblea. Si tratta di un edificio notevole, dalle misure importanti, con uno spazio all’aperto dalle grandi potenzialità (che l’amministrazione comunale, anche e soprattutto grazie all’iniziativa volontaria dei cittadini di S. Antonio e dell’Associazione “Orizzonti”, intende bonificare e rendere fruibile alla popolazione) e con una parte centrale in buono stato (destinata alla Coop Mystia, è stata restituita al Comune). Il Sindaco Fuda ha ribadìto che la struttura necessita di una destinazione adeguata alle sue potenzialità produttive (al momento, peraltro, non è nemmeno assegnabile a qualsivoglia realtà associativa, mancando completamente i dati tecnici sull’agibilità della stessa) e che l’amministrazione comunale sta lavorando su due possibili soluzioni (1. creare alloggi residenziali anche finalizzati a ricettività turistica, secondo una richiesta di finanziamento già avanzata all’attenzione della Regione Calabria; 2. adeguare la struttura per garantire servizi socio-sanitari e alla persona, coinvolgendo alcuni qualificati privati negli investimenti da effettuare e nella successiva gestione).

s antonio 3

All’intervento del Sindaco, hanno fatto seguito anche le parole del Vicesindaco Zavaglia e dell’Assessore Luca Ritorto, che hanno molto apprezzato lo spirito fortemente democratico dell’assemblea. Soprattutto Zavaglia, in virtù anche delle sue deleghe specifiche di Assessore all’Ambiente, ha chiesto ai cittadini di S. Antonio di collaborare fattivamente sia alla sistemazione del giardino esterno alla scuola (indicativamente, sabato 18 Aprile si terrà un’apposita giornata di volontariato ecologico) sia alla sperimentazione della raccolta differenziata a domicilio che la Giunta Fuda ha già in cantiere (l’obiettivo è di avviare, già in estate, la differenziata “porta a porta” presso 500 utenze).

La riunione, durata più di due ore, ha affrontato – sia pure in modo molto marginale – anche tanti altri argomenti: i terreni ex tracciato FS acquisiti dal Comune grazie al cd. “federalismo demaniale”; la pulitura e il taglio della vegetazione in eccesso lungo i lati della strada provinciale che dal centro abitato di Gioiosa conduce alla frazione di S. Antonio; l’ipotesi di un sistema di fito-depurazione che possa servire una comunità omogenea sul piano urbanistico come quella di S. Antonio, ecc.

L’assemblea si è conclusa con foto e sorrisi sinceri, a suggello dell’impegno reciprocamente dichiarato a dare seguito al confronto analitico, alla rete comunicativa e informativa, alle iniziative concrete. A partire da una riunione che – come annunciato dal Presidente della Consulta, Vincenzo Logozzo – si terrà presto con l’obiettivo di dare il via operativo al progetto metanizzazione di S. Antonio.

s antonio

In conclusione, un ottimo pomeriggio per tutti i soggetti protagonisti: per l’Amministrazione Comunale, che ha avuto modo di saggiare lo straordinario potenziale politico-culturale insito nella partecipazione democratica dei cittadini; per l’Associazione “Orizzonti”, che ha avuto prova dell’importanza di cooperare insieme superando inutili individualismi e sterili fughe nel privato; per la Consulta delle Associazioni, che – passo dopo passo – sta acquisendo il ruolo e la dimensione che soli possono renderla uno strumento davvero utile per la società gioiosana. E, se permettete, è stata anche una splendida giornata per www.ciavula.it : l’attenzione dimostrataci, sincera e non rituale, è il premio più bello per  l’inizio della nostra avventura editoriale.