Locride: un arresto

Riceviamo dal Comandante gruppo Carabinieri Col. Giuseppe De Magistris e pubblichiamo:

Iennaro Rocco

Iennaro Rocco

Stamane, i Militari della Sezione di P.G. – Aliquota Carabinieri della Procura della Repubblica di Locri hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa il 19.5 u.s. dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta di quella Procura Distrettuale Antimafia, nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “bacinella 2” condotta da personale del Gruppo della Guardia di Finanza di Locri e dello S.C.I.C.O. di Roma il 26 maggio scorso, nei confronti di IENNARO Rocco, 42enne del luogo, irreperibile al momento dell’esecuzione di tale misura cautelare.
In particolare, l’uomo, presentatosi presso gli uffici dei Carabinieri della citata sezione di P.G. a seguito di invito ricevuto la scorsa settimana per essere sottoposto a interrogatorio nell’ambito di altro procedimento penale, è stato riconosciuto dal personale operante, venendo quindi tratto in arresto.
Nella circostanza, i Finanzieri del locale Gruppo hanno eseguito nei suoi confronti un provvedimento di sequestro di beni immobili, per un valore di circa € 350.000,00.
L’arrestato, espletate formalità di rito, è stato associato presso Casa Circondariale Palmi, a disposizione dell’A.G. mandante informata dalla Sezione di P.G. – Aliquota Carabinieri di Locri che procede congiuntamente a personale della Guardia di Finanza.