Riccio replica a Campisi: “In tre giorni avremo l’acqua potabile”

Riccio replica a Campisi: “In tre giorni avremo l’acqua potabile”

In seguito all’intervista realizzata da Ciavula al Presidente della Provincia Giuseppe Raffa e all’assessore provinciale Pierfrancesco Campisi (la si può vedere cliccando QUI) il Sindaco di Caulonia Ninni Riccio ha replicato, tramite un’intervista rilasciata poco fa.

riccio belcastro cavallo protez civile caulonia

Sindaco Riccio, facciamo il punto sulla situazione della fornitura idrica a Caulonia centro?

Intanto vorrei spiegare bene quanto accaduto nei giorni scorsi. Domenica scorsa, in piena alluvione, ci siamo accorti che nel serbatoio non arrivava acqua dalla condotta e abbiamo mandato gli operai del comune a capire cosa fosse successo. Poteva trattarsi anche di un guasto lieve, un pozzetto intasato… ma quando il fontaniere ci ha detto che in pieno fiume si vedevano i tubi divelti dell’acquedotto abbiamo capito la gravità.

A quel punto come ha agito?

Lunedì ho scritto immediatamente alla Sorical chiedendo di utilizzare la vecchia condotta dell’acqua non potabile. Agli atti del comune c’è la lettera inviata da me alla Sorical lunedì. Ho inoltre investito il Presidente della Regione affinchè sollecitasse la Sorical. Però in contemporanea si è verificato il problema del ponte sull’Allaro e la Sorical è stata occupata su due fronti. Lunedì e martedì tutta la squadra Sorical ha operato sul ponte della statale 106 per evitare che si rompesse la condotta che porta acqua a Caulonia marina e Roccella. Dopo si sono dedicati alla condotta del centro storico che però è fatiscente, non riesce a spingere l’acqua. Quando l’acqua è stata pompata verso il serbatoio la condotta si è rotta in vari punti. La Protezione civile ha tamponato inviando due autobotti al giorno. Ho anche chiesto in una intervista a chi avesse idee alternative di farsi avanti ma non ci sono altre soluzioni per portare l’acqua nel centro storico che riattivare la condotta di Stramerca e temporaneamente quella dell’acqua non potabile.

Ieri l’acqua all’arsenico è finalmente arrivata al serbatoio…

Ieri finalmente un po’ di acqua è arrivata alla condotta ma stasera si è rotta di nuovo quindi non c’è acqua nel serbatoio. Domattina la Sorical provvederà a riparare il guasto.

E la condotta di Stramerca, quella con l’acqua potabile?

Abbiamo dovuto attendere fino a mercoledì per fare abbassare le acque del fiume dove si è rotta la nostra condotta. Da giovedì ci sono le ruspe che stanno lavorando. Oggi, nonostante sia domenica, gli operai hanno continuato a lavorare ed io ho gli portato un po’ di panini. Lì ho anche incontrato l’assessore provinciale Campisi. Si sta lavorando tutti i giorni.

Quanto tempo ci vorrà ancora?

Garantisco che in altri 3-4 giorni ripristineremo la condotta. Non è vero come dice Campisi nell’intervista a Ciavula che lì non ha piovuto molto, la violenza della corrente è stata inaudita, pensa che ha spezzato due briglie in cemento armato. Di 150 metri di condotta rotti ne abbiamo ripristinati 50. Resta la parte più facile da riparare della condotta Stramerca. Poi bisognerà lavarla dalla terra. Quando all’inizio mi hanno parlato di tubi rotti temevo ci volesse un mese, alla luce di quanto visto oggi sono convinto che in pochi giorni la ripristineremo. Chiedo ai cittadini ancora un po’ di pazienza. Il danno è meno grave di quanto pensassi all’inizio. Ci si può accusare di avere fatto degli errori ma io non ne vedo, abbiamo fatto tutto il possibile e continuiamo a farlo. Per onestà devo anche riconoscere il grande lavoro della Sorical e dell’ingegnere Giulio Gangemi, che hanno fatto la loro parte.