A spasso per Gioiosa e Riace col giornalista Thomas Bruckner

A spasso per Gioiosa e Riace col giornalista Thomas Bruckner

Thomas Bruckner, 45enne austriaco, è un giornalista, libero professionista, che negli ultimi anni ha lavorato per Al Jazzera e per Sternn, rivista settimanale tedesca. Thomas diventa giornalista a 28 anni, quando, in seguito al conseguimento della sua laurea in Lingue e sport, capisce che dalla sua più grande passione – viaggiare– poteva far nascere una professione.

DSC00642

Thomas arriva a Gioiosa Jonica nei primi giorni di aprile, dopo essere stato a Lampedusa un anno e mezzo fa: lì, con grande stupore, gli fu chiesto come mai non avesse ancora visitato Riace. Così, Thomas inizia la ricerca su questo paesino calabrese divenuto ormai famoso, scoprendo che, a pochi km da esso, esiste un’altra realtà, compagna dell’accoglienza: Gioiosa Jonica. “Volevo vedere entrambe: la mamma e la figlia dell’accoglienza. Il mio più grande desiderio è quello di poter visitare tutti i paesi del mondo che praticano l’accoglienza”. Thomas racconta come Riace assomiglia molto ad un sanatorio, ad un luogo curativo, calmo e silente che cura la sofferenza, grazie allo stretto contatto tra la comunità riacese e quella rifugiata.

DSC00662

A Gioiosa Jonica, ha intervistato alcune persone anziane, andando alla ricerca non di un anziano qualunque, ma “di quelli che stanno seduti nelle piazze o nei bar, a commentare i fatti del mondo”; ha intervistato alcuni beneficiari dello Sprar e fotografato i vari passaggi della partita di cricket, appuntamento quotidiano dei beneficiari pakistani del progetto. Thomas è stato maggiormente accolto dai gioiosani che si trovavano in piazza, in un pomeriggio caldissimo di inizio aprile; da altri, respinto, ma con educazione – “Siamo contenti per voi, per il lavoro che fate, ma sapete, non abbiamo nulla da dire” – hanno replicato alcuni anziani a Thomas, seccati della nostra visita. Le domande rivolte riguardavano il tema dell’accoglienza: cosa si pensa riguardo i ragazzi immigrati che arrivano in un paese così piccolo.

Thomas ha girato il mondo in lungo e in largo, passando per la Palestina, l’Etiopia, l’Indonesia e molti altri luoghi che ha raccontato con le sue fotografie e le sue interviste. Chiedo a Thomas quale sia il viaggio che più l’ha colpito, anticipando che probabilmente sarà per lui un scelta difficile quella di denominare un’unica esperienza. “Non è affatto difficile, invece – risponde Thomas – il viaggio che più in assoluto mi ha lasciato senza parole è stato quello in Brasile, dove mi sono recato personalmente per conoscere John of God, il famoso medium guaritore. Lì ho assistito a scene che mi hanno lasciato senza parole e ho pensato di star diventando pazzo! John opera tramite interventi di chirurgia spirituale e visita centinaia di persone al giorno. Da lui si recano coloro che vogliono guarire da sofferenze mentali o fisiche, come tumori, cecità, epilessia”.

DSC00641

Il viaggio più difficile invece è stato quello in Nepal: Thomas ha vissuto in un villaggio rurale con estreme difficoltà. Lì vi si è recato per prendere parte al Ghadimai Festival, insieme a migliaia di indù, dove nel tempio di Bariyarpur, vengono sacrificati alla dea della potenza Ghadimai, assetata di sangue, centinaia di bufali. “ Vi partecipano le persone credenti. Si condivide un lungo cammino, insieme agli animali che saranno sacrificati. Alla fine, ogni uomo stringe in mano un machete e nello stesso momento mozzano la testa ai bufali”. Thomas racconta come fare il giornalista non porti ricchezza – “Ovviamente, essere pagati per svolgere la propria passione, non è da poco. Può capitare che per alcuni servizi non si guadagni poi così tanto, in denaro; perché in emozioni, si guadagna sempre”. Thomas vive in Austria ed ogni due o tre settimane parte per una nuova avventura. Le foto e le interviste di Thomas su Gioiosa Jonica e Riace saranno pubblicate su diversi cartacei di Austria e Germania. Non possiamo che augurare a Thomas una fiorente carriera.

Il video dove il giornalista Thomas Bruckner saluta Gioiosa è stato girato dalla pagina facebook GIOIOSA JONICA (RC): [fb_pe url=”https://www.facebook.com/118958028120761/videos/1312980918718460/” bottom=”30″]