Rifiuti e differenziata: l’Unione dei Comuni programma il futuro

Rifiuti e differenziata: l’Unione dei Comuni programma il futuro

L’Unione dei Comuni della Valle del Torbido lavora in silenzio, perseguendo i suoi fondamentali obiettivi, come sostenuto da Domenico Vestito (Sindaco di Marina di Gioiosa Jonica). L’Unione è una vera e propria buona pratica nel contesto della Locride, bisogna crederci con determinazione, secondo Salvatore Fuda (Sindaco di Gioiosa Jonica). L’Unione è un percorso di vera integrazione fra enti e comunità, ha ricordato Totò Longo (Sindaco di Mammola e Presidente dell’Unione).

Conai1

Alla conferenza stampa di mercoledì 25 Maggio – tenutasi presso la sala consiliare del Comune di Gioiosa Jonica, dedicata alla sottoscrizione di un importante Protocollo d’Intesa con il CONAI – i rappresentanti dell’Unione hanno legittimamente rivendicato la bontà del proprio percorso comune e le importanti prospettive da perseguire.

E’ giusto che sia così: più volte, e lo facciamo ancora una volta in questa sede, abbiamo sottolineato il grande valore strategìco dell’Unione, uno strumento amministrativo che può dare più forza e più risorse al territorio della Valle del torbido e che può rappresentare un’eccellenza nel contesto locrideo.

L’accordo raggiunto con il CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) e presentato pubblicamente è una testimonianza dell’importanza – soprattutto in ottica futura – dell’Unione. Il CONAI è una realtà di rilievo nazionale, capace di riconoscere ai comuni italiani oltre 440 milioni di benefit economici nel corso del 2015.

Il Dott. Costarella - CONAI

Il Dott. Costarella – CONAI

Il Dott. Fabio Costarella, presente alla conferenza stampa di Gioiosa, ha illustrato dettagliatamente senso e contenuti del Protocollo sottoscritto. Il CONAI, che apprezza fortemente la chiara volontà politica espressa da 6 amministrazioni unitesi in un ente più grande e comprensivo, fornirà un supporto tecnico per la redazione di un piano industriale sulla raccolta differenziata nei 6 comuni interessati. Dopo la raccolta dei dati sul territorio, in poche settimane sarà predisposta una bozza di Piano Economico-Finanziario (sia quello generale per l’Unione complessivamente intesa, sia quello distinto per singolo comune) propedeutico a qualunque concreta azione gestionale del servizio rifiuti. Il CONAI, inoltre, è pronto a finanziare il 50% delle spese di informazione e comunicazione che si renderanno necessarie nella fase di avvio della raccolta differenziata.

Questa è l’Unione che ci piace e che può fare la differenza, l’Unione che programma con serietà il proprio futuro e che vuole essere assolutamente pronta a rispondere ai bandi che la Regione Calabria produrrà sul tema della gestione rifiuti. In una logica integrata, di grande flessibilità: come spiegato dal Dott. Costarella e dai sindaci presenti, ogni comune parteciperà al progetto unitario di gestione dei rifiuti secondo i propri tempi organizzativi (alcune amministrazioni sono oggettivamente più avanti di altre) e burocratici (vi sono, ad esempio, rapporti contrattuali in essere da rispettare fino alla legittima scadenza). L’Unione, infine, deciderà in modo unitario il tipo di gestione da garantire alla raccolta rifiuti in generale e a quella differenziata in particolare: ovvero se optare per un’azienda esterna (cui appaltare il servizio) invece che per un modello gestionale interno (con gli addetti in forza ai singoli comuni).

Nelle prossime settimane, quindi, speriamo di poter pubblicare le notizie relative al piano industriale preparato dal CONAI e alla tempistica funzionale per avviare una gestione dei rifiuti compiutamente moderna ed efficace.

La firma del Protocollo d'Intesa

La firma del Protocollo d’Intesa