Eletto nuovo Presidente dell’Unione dei comuni del Torbido

Eletto nuovo Presidente dell’Unione dei comuni del Torbido

SINDACO_-_Salvatore_Leoncini

ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DELL’UNIONE DEI COMUNI E AVVIATO IL PERCORSO TECNICO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.

Negli scorsi giorni, a seguito della cessazione dalla carica del Sindaco di Mammola, Antonio Longo, la Giunta dell’Unione dei Comuni “Valle del Torbido” ha nominato nuovo Presidente il Sindaco di Grotteria, Salvatore Leoncini. Alla carica di Vicepresidente è stato designato il Sindaco di Gioiosa Ionica, Salvatore Fuda.
Il neo Presidente, al fine di rendere pienamente operativo l’Ente, ha nominato Segretario generale dell’Unione la dott.ssa Maria Luisa Calì e ha conferito le deleghe ai Sindaci componenti dell’esecutivo.
Al primo cittadino di Gioiosa Ionica sono state affidate le materie relative a Politiche per l’Ambiente, raccolta differenziata e sviluppo sostenibile, Politiche del lavoro, sociali, giovanili, per l’accoglienza e pari opportunità. Al Sindaco di Mammola, Stefano Raschellà, è stata attribuita competenza su Pianificazione territoriale, trasporti e mobilità, promozione dell’identità della Valle. Al Sindaco di Marina di Gioiosa Ionica, Domenico Vestito, è stata confermata la competenza in tema di bilancio, risorse umane, innovazione tecnologica, Polizia Locale e politiche per la sicurezza. Al Sindaco di San Giovanni di Gerace, Pino Vumbaca, le attribuzioni su politiche energetiche, sistema idrico integrato, programmazione e progettazione opere pubbliche. A Giorgio Imperitura, Sindaco di Martone, sono state assegnate gli ambiti della cultura, sport, istruzione e turismo. Il Presidente Leoncini, invece, ha trattenuto per se attività produttive, politiche per l’agricoltura e protezione civile.
La Giunta dell’Unione, inoltre, per dare immediata attuazione all’accordo stipulato con il CONAI, ha avviato l’iter per la costituzione di un Ufficio comune per la organizzazione e gestione del sistema di raccolta differenziata, individuando nell’Ing. Lorenzo Surace, capo dell’Ufficio Tecnico di Roccella Ionica, il professionista incaricato di coordinare il lavoro. L’ufficio sarà composto da un tecnico per ciascuno dei sei comuni e avrà il compito di dialogare con il CONAI e, una volta pronto il progetto di differenziata, attuarlo sul territorio dell’Unione. Inoltre, lo stesso organismo dovrà predisporre una relazione tecnica per richiedere alla Regione Calabria l’autorizzazione alla costituzione di un ARO di Valle per la raccolta dei rifiuti.