Gioiosa Jonica: Giuseppe Raffa “l’istruzione e la sicurezza prima di tutto”

Gioiosa Jonica: Giuseppe Raffa “l’istruzione e la sicurezza prima di tutto”

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA GIUSEPPE RAFFA: “PER LA COSTRUZIONE DEL NUOVO LICEO SCIENTIFICO A GIOIOSA JONICA ITER BURRASCOSO. ANCORA NULLA DI DEFINITO PER LA DITTA CHE DEVE ESEGUIRE I LAVORI. DUE HANNO RINUNCIATO ADESSO SPERIAMO NELLA TERZA.”

INTANTO SORGONO ALTRI DUE EDIFICI A LOCRI: L’IPSIA E L’IPSSAR E SI MONITORIZZANO LE SCUOLE DELLA PROVINCIA PER LA MESSA IN SICUREZZA.

A dire delle continue difficoltà che si frappongono per l’avvio della costruzione del nuovo Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica è il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa a nostra specifica domanda.
“Ora sembra che si sia avviata una procedura di soluzione di quella che era una problematica e che purtroppo si è accavallata nel tempo” continua il Presidente Raffa. “Noi avevamo definito tutto anche con il nulla osta del Genio Civile che era uno degli scogli che abbiamo dovuto superare con la nostra Amministrazione.
Avevamo assegnato l’appalto alla prima, poi abbiamo dovuto scorrere alla seconda ora siamo alla terza ditta che ci auguriamo che accetti questo incarico anche perchè alla base c’era un problema legato agli espropri, che devo dire che con la collaborazione del Sindaco di Gioiosa Jonica abbiamo facilmente superato.2
Adesso si tratta di vedere se questa terza ditta accetta di iniziare e portare avanti i lavori perchè altrimenti dovremo rifare la gara e quindi passerà un altro annetto”.
Noi ci auguriamo che tutto questo si risolva con l’accettazione della terza ditta in elenco e che quindi i lavori possano avviarsi”.
A questo punto a noi sorge spontanea una considerazione, già fatta per la verità a suo tempo dagli addetti ai lavori:non era forse meglio integrare l’importo dei lavori vista la variazione dei prezzi da quando l’opera è stata progettata, così come è stato fatto nei primi mesi di quest’anno per una strada di Grotteria il cui appalto è andato a buon fine e fra quindici giorni iniziano i lavori ?
Il discorso del Presidente si allarga al territorio della Locride e della Tirrenica.
“Sulle scuole ci stiamo giocando una bella scommessa. Intanto è partito un progetto molto importante che abbiamo finanziato in parte noi ed in parte il Ministero e che ha sopratutto l’obiettivo di mettere in sicurezza le scuole andando a fare prima un monitoraggio sulla staticità sismica delle scuole stesse. Questo monitoraggio è già partito ed alla fine avremo un quadro complessivo e d’insieme sul quale avremo delle indicazioni su determinati interventi da fare e quindi là si potrà in qualche modo inquadrare gli interventi stessi.
Intanto dobbiamo dire che sono in corso due nuovi interventi che saranno avviati a breve, si tratta dell’IPSIA e dell’IPSSAR di Locri dove è in fase di definizione la pratica con il Genio Civile, quindi anche là partiranno due nuovi edifici che daranno degli spazi abbastanza importanti parlando solo della jonica. Per quanto riguarda la tirrenica stiamo facendo un ottimo lavoro a Bagnara, a Villa San Giovanni ed a Gioia Tauro.
E’ tutto un insieme che stiamo portando avanti convinti come siamo che il diritto allo studio nasce anche dal poterlo esercitare anche in condizioni di sicurezza ed in ambienti salubri”.
Nota a cura di Vincenzo Logozzo per la Consulta delle Associazioni

scientifico gioiosa