KTF: PERCHÈ IL COMUNE DI CAULONIA RISCHIA UN BUCO DI 97MILA EURO – ULTIMA PARTE

KTF: PERCHÈ IL COMUNE DI CAULONIA RISCHIA UN BUCO DI 97MILA EURO – ULTIMA PARTE

Per leggere la prima parte: http://ciavula.it/2016/08/tarantella-perche-comune-caulonia-rischia-un-buco-97mila-euro/

Per leggere la seconda parte: http://ciavula.it/2016/08/ktf-perche-comune-caulonia-rischia-un-buco-97mila-euro-parte-2/

ktf conferenza

Cap. 5 Ovvero: come fanno i conti al comune di Caulonia

Riassunto dell’ultima puntata: il Comune otteneva un certo punteggio perchè si impegna a cofinanziare il 23,1 % e la Regione opera una decurtazione del suo contributo del 35%.
A questo punto andiamo a prendere la Delibera di Giunta n.229 del 8/8/2016, perchè è un florilegio di perle, cioè di motivi di esclusione.
Cominciamo dalla più semplice: il Comune riduce la durata del festival da 7 a 4 giorni. Ma 3 rappresenta il 43% di 7, non il 35, quindi il Comune ha operato una riduzione maggiore di quanto dovuto. Prima causa di esclusione.
Ma andiamo alla sostanza e citiamo testualmente: “Ritenuto necessario, a tal fine, procedere alla rimodulazione del progetto originario, rideterminandolo in complessive euro 117.000 (quindi intanto apprendiamo che l’euro è di genere femminile), da finanziare nella misura dell’80% con il contributo regionale di euro 97.500,00 e nella misura del 20% con fondi del bilancio comunale (euro 19.500)”. E perchè mai? Il Comune si era impegnato a cofinanziare con il 23,1%, non con il 20%, se l’avesse fatto in sede progettuale sarebbe finito ancora più in basso nella graduatoria, e così facendo contravviene -deliberatamente!- all’obbligo di rispettare le proporzioni. Forse si sono nel frattempo dimenticati di quanto presentato nel progetto? Seconda causa di esclusione.
Ma qui esplode proprio il ridicolo: ancora ammettendo che il Comune trovasse un dirigente regionale disponibile a firmare una Convenzione con le proporzioni così modificate, e che il primo degli esclusi non facesse a sua volta ricorso, esse non corrispondono neanche lontanamente a quanto preteso! Al Comune avranno ragionato così: ci danno 97.500, più il 20% (di 97.500) che corrisponde a 19.500, in totale fa 117.000. Ma è clamorosamente ridicolo! 97.500 e 19.500 stanno nel rapporto di 83,4 / 16,6! Se avessero fatto le normali proporzioni che si studiano in prima media, applicando il rapporto di 80/20, il cofinanziamento avrebbe dovuto essere di 24.375€ e il totale di 121.875€. ma ancora sbagliato sarebbe.
Per rispettare la riduzione del 35% operata dalla Regione, il bilancio del festival avrebbe dovuto essere esattamente di 126.788€ e il cofinanziamento di 29.288€, cioè circa 10.000€ in più. Esclusione al quadrato, al cubo, figuraccia questa si all’ennesima potenza e debito fuori bilancio per le casse comunali!!!
Adesso abbiamo appurato che oltre a non saper scrivere i progetti, i nostri amministratori non sanno neanche far di conto.