Disastro Pd: Gioiosa, Caulonia, Cinquefrondi, caso Roccisano… sbagliano tutto!

Disastro Pd: Gioiosa, Caulonia, Cinquefrondi, caso Roccisano… sbagliano tutto!

Il Pd non ne fa una giusta…

Gioiosa Ionica, che ha da non molto avviato la raccolta differenziata, comincia ad incassare soldi per la vendita dei rifiuti. Spazzatura non più solo come problema ma come risorsa.

FatturaDifferenziata

A Caulonia, nonostante questo giornale spinga da sempre su questo tasto, di raccolta differenziata nemmeno l’ombra. Tariffe al massimo (per i pochi che pagano) e condizioni igieniche che non possono nemmeno competere con Gioiosa Ionica, che internalizzando il servizio ha anche creato posti di lavoro.

Tempo fa avanzammo al comune di Caulonia una proposta di raccolta differenziata (QUI), basata sull’esperienza gioiosana, che venne ritenuta troppo poco ambiziosa. In cambio ci si aspettava una risposta più decisa invece del nulla col vuoto intorno…

Parlo della raccolta differenziata, che è un nostro pallino, ma si potrebbero parlare di molto altro per evidenziare la differenza di qualità tra due amministrazioni comunali, quella di Gioiosa e quella di Caulonia.

Uso questo semplice esempio per una veloce (ma ci torneremo) riflessione sul PD, il Partito Democristiano… ehm… Democratico, il principale partito del centro sinistra italiano che a livello locale agisce in maniera incomprensibile. Come fa un partito che si richiama al centro sinistra ad essere opposizione all’Amministrazione di Salvatore Fuda? Si tratta di una delle migliori amministrazioni comunali della Provincia di Reggio Calabria e lo dicono i fatti, che il PD preferisce non vedere per pure ragioni di convenienza politica (ma siamo sicuri che sia poi così conveniente?).

A Caulonia invece è in carica un’amministrazione comunale onesta ma disastrosa che, guarda caso, è un monocolore PD e che con la sua incapacità rischia di lasciare spazio al vecchio che avanza.

Stando a Caulonia e Gioiosa, che sono i paesi di cui si occupa principalmente questa testata, il Pd dimostra non solo di non sapere amministrare minimamente ma anche di mettere il bastone tra le ruote a chi amministra bene.

Così come fa a Cinquefrondi, dove un’altra giovane e straordinaria esperienza politica, guidata da Michele Conia, invece di essere sostenuta come meriterebbe viene osteggiata. E poi si comincia a parlare del caso Federica Roccisano, uno dei migliori assessori regionali in carica (se non il migliore), che guarda un pò comincia a stare sul culo ai dirigenti Democratici, magari perchè rischia di fargli ombra.

Se il gioco è quello di perdere dovunque il Pd continui così, coi giochi dei soliti oligarchi incapaci di leggere la società e che, quando anche il Pd sarà completamente sputtanato, migreranno sul prossimo partito vincente. Ma così ci si lascia dietro solo le macerie.

Personalmente, da un partito di centrosinistra, mi aspetterei ben altro.