Riace: un arresto per tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale

Riace: un arresto per tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale

GRUPPO CARABINIERI DI LOCRI. RIACE, UN ARRESTO PER TENTATA ESTORSIONE, RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE E VIOLENZA PRIVATA.

nigeriano

I Carabinieri della Stazione di Riace hanno tratto in arresto OSAJIE Happy, 33enne Nigeriano senza fissa dimora, in quanto colto nella flagranza di tentata estorsione, resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata.
A seguito di richiesta pervenuta sull’utenza di pronto intervento “112” i Carabinieri sono intervenuti nel centro di Riace dove l’OSAJIE, poco prima, aveva impedito ad una interprete di un’associazione del posto di salire in macchina e, successivamente, minacciato e spintonato il presidente della medesima associazione, che gestisce il progetto “Posti Straordinari Prefettura di Reggio Calabria” di cui la fatto parte fino a maggio di quest’anno l’extracomunitario, al fine di ottenere indebitamente la corresponsione della retta di 250,00 €uro non spettanti in quanto non aderente più al progetto.
Lo stesso, alla vista dei militari operanti ha cercato invano di opporsi alla perquisizione spintonandoli reiteratamente ma non è riuscito nel suo intento in quanto è stato prontamente bloccato.
L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri come disposto dall’A.G.

Ciavula

GRATIS
VIEW