Editoriale: L’elenco dei vitalizi dei politici calabresi: ci costano 6 milioni all’anno!

Editoriale: L’elenco dei vitalizi dei politici calabresi: ci costano 6 milioni all’anno!

La trasmissione Presa Diretta andata in onda ieri sera ha trattato il tema dei “vitalizi in salsa calabrese”.

Ogni anno in Calabria si spendono 6 milioni di euro per pagare i vitalizi degli ex consiglieri regionali.

Di seguito il link con l’elenco dettagliato:

http://www.consiglioregionale.calabria.it

regione Calabria evid

Si va da chi prende quasi 8mila euro al mese lordi come Giuseppe Bova e Nicola Adamo a chi prende una cifra intermedia come la cauloniese Liliana Frascà che prende quasi 4mila euro lordi al mese ai più “poveri”, che si devono “accontentare” di meno di 2mila euro.

Un esercito di mantenuti dai cittadini calabresi che pagano le tasse per far fare la bella vita a questi signori.

Qualcuno mi spiega perchè un lavoratore che si fa il culo tutta la vita deve andare in pensione sempre più tardi ricevendo una miseria e chi sta seduto in consiglio regionale per qualche tempo magari già a trent’anni dev’essere mantenuto dalle tasse di quel lavoratore?

Si parla tanto di distanza della gente dalla politica ma è la politica misera che è lontana dalla gente. La politica dev’essere passione e non privilegio. E’ così che l’ha sempre intesa la generazione che ha combattuto la feccia fascista ed è così che l’ha intesa la mia generazione, la generazione di Genova e Seattle.

Ma ovviamente oggi che domina il pensiero unico si sono tutti uniformati al peggio.

I vitalizi andrebbero ABOLITI subito, senza se e senza ma.

Ma non lo farà nessuno.

Noi avvieremo una campagna sulle pagine di Ciavula per denunciare questo scandalo. Oggi giorno pubblicheremo la foto di un mantenuto dai cittadini calabresi con l’importo del suo vitalizio.

  1. Parrelli Pasquale 13 Settembre 2016, 20:43

    Ecco, queste sono le notizie che mi appassionano su questo portale e non le solite cazzate di ndrangheta ecc.cc.. non facciamo la guerra tra poveri, incominciamo a denunciare ed a pensare dove davvero vanno i soldi pubblici e l’ingiustizia che gira intorno ad essi a discapito di tutti noi “comuni mortali”.

  2. Vengono pagati dopo aver fatto disastri in tutti i modi possibili. Hanno usato e abusato della cosa pubblica sottomettendola ai propri tornaconti. Hanno mangiato e sbafato alla faccia della collettività. Si sono posti al di fuori della legge elevandosi a dei. La politica l’hanno resa una cosa sporca. Sarebbero indegni anche di essere sputati in faccia e nonostante ciò si manterranno i lussi a danno di chi si rompe il culo una vita per andare in pensione ( forse) con meno di mille euro al mese. Ricordatevi le facce giovani della politica di oggi, quelli che , dicono di rappresentare il nuovo. Ricordatevi che stanno già pasteggiando sulle nostre spalle e saranno i nominativi degli elenchi dei miracolati di domani.

Comments are closed.