Statuto Metropolitano: apriamo alla partecipazione popolare

Statuto Metropolitano: apriamo alla partecipazione popolare

Lo scorso 25 Ottobre, il Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria ha approvato una bozza di Statuto da sottoporre alla Conferenza di tutti i sindaci rientranti nell’area provinciale.

22-ottobre-2016-statuto-citta-metropolitana-rc_01

La Città Metropolitana di Reggio Calabria, come noto, ha sostituito il vecchio ente Provincia, con una differenza sostanziale che consideriamo in termini fortemente negativi: l’elezione non più diretta e popolare dei consiglieri metropolitani (i sostituti dei consiglieri provinciali), con un meccanismo di voto indiretto dei consiglieri comunali di tutta la provincia e ponderato in base alla popolazione dei propri enti (il voto di un consigliere di Siderno, ad esempio, varrà assai di più di uno di Gioiosa o di Caulonia).

In sostanza, si è puntato su una forte riduzione della partecipazione democratica e dal basso, delegando ogni potere di scelta alla classe politico-amministrativa: quanti sono i cittadini che conoscono i nomi dei consiglieri metropolitani o che sono a conoscenza dell’avvenuta prima elezione nell’Agosto scorso?

Noi non apprezziamo affatto questa scelta oligarchica, imposta da una legge che ha come grande obiettivo quello di risparmiare sul costo delle indennità dei consiglieri provinciali eletti: l’idea che i politici locali si scelgano esclusivamente fra di loro, attraverso procedure opache e inevitabili accordi di potere, ci preoccupa e non poco.

Siamo assolutamente convinti che un Ente così importante, che avrà poteri e prerogative che incidono direttamente sulla vita quotidiana dei cittadini, necessita sin da adesso di una robusta iniezione di partecipazione e condivisione popolare: quale migliore occasione di quella fornita dal nuovo Statuto Metropolitano?

Il Palazzo della Provincia di Reggio Calabria

Il Palazzo della Provincia di Reggio Calabria

La nostra proposta è molto semplice: prima dell’approvazione in sede di Conferenza Metropolitana (composta da tutti i sindaci dei comuni interessati), in ogni comune della provincia di Reggio Calabria si organizzino assemblee pubbliche nelle quali esporre identità e prospettive della nuova Città Metropolitana e nelle quali introdurre in modo aperto il nuovo Statuto.

Avanziamo questa richiesta al Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà (sindaco di Reggio Calabria) e a tutti i consiglieri metropolitani (fra i quali, ritroviamo anche il Sindaco di Gioiosa Jonica – Salvatore Fuda – e il Vicesindaco di Caulonia – Caterina Belcastro): dimostrate con i fatti quel senso di apertura e di condivisione che amate proclamare con nobili parole.

Le persone di buona volontà, fra le quali abbiamo la presunzione di poterci annoverare, sapranno garantire il loro contributo fattivo in partecipazione e consapevolezza civica.

Per leggere e scaricare la bozza del nuovo Statuto Metropolitano, cliccare QUI.