Attentato nel porto, ma è esercitazione

Attentato nel porto, ma è esercitazione

Esercitazione di "port security" nel porto di Gioia Tauro

(ANSA) – GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA), 14 DIC – Un attentato di matrice terroristica con il posizionamento di un ordigno esplosivo a bordo della motonave Msc Eva ormeggiata al terminal container. E’ lo scenario dell’esercitazione di “port security” che si è svolta all’interno del porto di Gioia Tauro.
L’esercitazione, organizzata dalla Capitaneria di porto è stata attuata all’interno del terminal Mct e ha visto coinvolto, oltre al personale della società e della Capitaneria, anche la Polizia di Frontiera, i Vigili del fuoco e il Servizio 118.
Durante la simulazione sono stati verificati la corretta implementazione delle misure di sicurezza, i tempi d’intervento delle varie componenti coinvolte per la gestione dell’emergenza e l’efficacia delle comunicazioni. All’esercitazione ha partecipato anche l’equipaggio della nave. L’attività, riporta una nota degli organizzatori “ha evidenziato una ottima organizzazione generale e i risultati sono da ritenersi più che soddisfacenti”.