Locri, Centro Neurologico: Cinzia Maurini scrive una “Lettera di Natale” al Sindaco

Locri, Centro Neurologico: Cinzia Maurini scrive una “Lettera di Natale” al Sindaco

LETTERA DI NATALE PER IL SINDACO DI LOCRI DA PARTE DI CINZIA MAURINI DEL CENTRO NEUROLOGICO DI LOCRI (ma anche da parte nostra).
Ci siamo interessati continuamente alle persone disabili gravi del Centro Neurologico di Locri, sin da quando, nei primi giorni di ottobre 2015, Simona Coluccio e gli amici Roberto Spadaro, Giuseppe Carabetta, Barbara e tutto il loro gruppo della Cooperativa che aveva concluso il loro rapporto di lavoro con il Centro per scadenza contrattuale, ci hanno fatto conoscere la situazione che si era creata nel Centro Neurologico. Abbiamo quindi constatato il vergognoso disumano abbandono dell’ASP di Reggio Calabria, del Commissario Governativo, della Regione dei 17 disabili gravi ospitati nella nuova e bella struttura pubblica (unica del genere in Calabria), lasciati privi per ben quattro mesi degli OSS (operatori socio economici) – “sostituiti” con le straordinarie persone volontarie dell’UNITALSI di Maurizio Villari ed i suoi collaboratori; persone con disabilità privati degli infermieri, gestiti in sotto organico con turni esasperanti del poco personale in dotazione, privati di tante cose necessarie che potrebbero rendere migliore e più a livello di persona il loro vivere giornaliero. 

img_20161221_142910
Ed abbiamo incominciato a battagliare prima con la dovuta gentilezza poi, visto che nulla mutava abbiamo alzato il tiro ed abbiamo aumentato le forze di impatto, ci siamo uniti in gruppo di associazioni (Consulta, Commatre, Adda, Unitalsi, Movimento Giovanile per la Locride ed altre). Dopo mesi l’Asp, il Commissario e la Regione hanno provveduto solo a mandare gli OSS, a tempo determinato, part time (per sei mesi, prorogati per altri sei mesi e dal 15 dicembre altra proroga stavolta limitatat a tre mesi perchè nel frattempo si pensa  ad assunzioni a tempo indeterminato). Ma niente infermieri. Niente potenziamento mezzi. Niente di niente per migliorare e rendere attiva la loro vita. Niente potenziamento medico e riabilitativo. 
Invece sono state più attive, umane, ragionevoli e sensibili le Associazioni del Movimento Giovanile che hanno raccolto fondi ed acquistato tavoli, sedie, divani ed altro per i disabili; e proprio l’altro ieri l’ex Comitato “El Puente per Carlo Iannuzzi” in collaborazione con l’Associazione “Calabria Fitwalkig” ha donato al Centro Neurologico una barella doccia e l’elettrocardiografo, acquistati con parte del residuo dei fondi raccolti dall’ex Comitato “El Puente per Carlo” e con il contributo dell’Associazione “Calabria Fitwalking” (4mila euro in totale).
Tra le altre cose, nei primi mesi di quest’anno ci siamo permessi di scrivere una letterina al Sindaco di Locri chiedendogli, ove gli fosse stato possibile ed ove previsto nella sua programmazione amministrativa, la sistemazione della stradella che porta al centro, veramente disastrata e piena di erbacce che restringono lo spazio stradale. Non è un bel vedere, l strada crea danni alle macchine e pericoli per l’incolumità della gente. Non è un bel biglietto da visita, dal punto di vista della funzionalità e dell’estetica. All’occhio di una normale persona appare proprio come una dimostrazione oggettiva del grado di attenzione verso quegli esseri umani. 
Non c’è stato alcun riscontro. 

img_20161221_142835-1
Sappiamo che analoga richiesta l’ha fatta più volte Cinzia Maurini, la “portavoce” dei ragazzi disabili.
Siamo ad un nuovo inverno e la situazione ovviamente è peggiorata di brutto come dimostrano le fotografie allegate. 
Vogliamo fare una serena riflessione e mettere a confronto i comportamenti: noi abbiamo protestato violentemente con l’ASP di Reggio Calabria, con il Commissario Governativo, con la Regione -dando ampio risalto sulla stampa, nelle televisioni, in rete, per radio ecc.- per la mancanza degli OSS, degli infermieri e di tutto quanto necessario alle persone disabili per vivere una vita non da “passivi” -solo per vivacchiare e sopravvivere (e grazie a Dio che tutto il personale, dirigente e non, li cura con tanto cuore passione e competenza professionale) ma per metterli in grado di fargli vivere la vita, come è giusto che sia. Hanno solo provveduto per gli OSS.

img_20161221_143026
Al Comune -sempre le la strada è di sua pertinenza, ma il Sindaco su questo non ha fatto alcuna osservazione- abbiamo segnalato lo stato disastroso ed incivile della strada (ma certo non dovevamo venire noi a dirlo, perchè ognuno per competenza ne era a conoscenza) e non è successo niente ugualmente
E’ un puro dato di fatto.
Oggi siamo stati al Centro per portare i nostri saluti, dare gli Auguri di Buon Natale, portare qualche piccolo pensierino alle persone in disabilità ed a tutto il personale in servizio. 
Ma prima di entrare ci siamo fermati, abbiamo spento il motore e fatte le fotografie allegate proprio per rinnovare la segnalazione al Sindaco. 
Ma quando sono entrato dentro Cinzia mi ha detto: “La lettera al Sindaco la devi fare a nome mio. Glielo ho detto cinque volte e non è mai successo niente”
Ecco Cinzia, io la lettera l’ho fatta a nome tuo, ti spetta di diritto più di me, perchè sei tu che vivi là ed hai diritto assieme ai tuoi colleghi ed a tutto il personale di avanzare la segnalazione-protesta. 
Sindaco, stiamo rinnovando la segnalazione in modo sereno, rispettoso e corretto.
L’ultima parola spetta solo a Lei, nella sua ampia e libera discrezionalità amministrativo-politica.
Un caro saluto.
Vincenzo Logozzo ha scritto il testo, Cinzia Maurini lo sottoscrive per conto di tutti (credo in modo indiretto anche per il personale che vive con loro e che viaggia).
Locri-Gioiosa Jonica 21 dicembre 2016

img_20161221_150408

Ciavula

GRATIS
VIEW