Locri, nasce “Lo Scaffale del libro condiviso”

Locri, nasce “Lo Scaffale del libro condiviso”

libri ev

NASCE A LOCRI “LO SCAFFALE DEL LIBRO CONDIVISO”.

Il prossimo 27 Dicembre presso la Sala del Consiglio Comunale del Palazzo di Città a Locri, alle ore 16.30, sarà inaugurato lo “Scaffale del Libro Condiviso”.  L’iniziativa, voluta dall’Associazione Culturale Musicale “La Cetra di Eunomo”, è rivolta a tutti gli amanti della lettura, di ogni età, e si propone di creare uno spazio comune di condivisione e scambio di testi e volumi. Lo Scaffale sarà collocato nell’atrio della Corte del Palazzo Comunale, in modo da poter essere accessibile a tutti durante le ore di apertura della stessa. Chi sceglierà di usufruire di questo particolare spazio lo potrà fare in qualsiasi momento semplicemente scegliendo il libro che più lo incuriosisce e lasciando al suo posto uno la cui lettura lo ha colpito, da condividere con un’altra persona. In questo modo i libri cominceranno a “viaggiare” e, contemporaneamente, saranno sempre di più i nuovi volumi che popoleranno lo Scaffale. L’evento prevede un programma eclettico, per testimoniare ulteriormente il potere della cultura attraverso la bellezza dei libri e delle storie in essi narrate. Dopo un primo momento di introduzione agli scopi e allo spirito dello “Scaffale” saranno recitati brani estratti da alcuni grandi classici della narrativa da giovani attori con accompagnamento musicale di chitarra e armonica. Al termine dell’esibizione musico-teatrale l’Associazione presenterà e distribuirà ai presenti il primo numero del suo bollettino, trimestrale incentrato su attualità, territorio, musica e cultura.

Lo scaffale del libro condiviso” è un punto dove la libertà si materializza. Sei tu, una scelta e tanta voglia di scoprire. Comunicazione in forma anonima e riservata, che vive del fascino del saper raccontare perché i protagonisti sono i libri che iniziano a viaggiare, a regalarsi, a cambiare in qualche modo il lettore.

La valorizzazione dei principi morali e civili, uno stimolo all’approfondimento della lettura come strumento di “educazione”.

“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.”
(Virginia Woolf)

“Vorrei che tutti leggessero. Non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo.”
(Gianni Rodari)

Ass. Culturale Musicale La Cetra di Eunomo