Referendum: In Calabria l’affluenza più bassa d’Italia

Referendum: In Calabria l’affluenza più bassa d’Italia

Fonte: www.repubblica.it

Gli italiani al voto: seggi aperti fino alle 23. Questa notte i risultati. Oltre alla riforma, in ballo ci sono la tenuta del governo e gli equilibri politici.

terremoto calabria

di KATIA RICCARDI

ROMA – Si conferma il buon dato dell’affluenza alle urne per il referendum costituzionale. Alle 19, fa sapere il Viminale, è andato alle urne il 57,2 per cento degli elettori. E’ Vicenza il capoluogo dove è stata più alta la partecipazione: secondo dati del Viminale, nella città veneta ha votato il 67,86% degli elettori. Crotone in Calabria l’ultima nella classifica della partecipazione, con il 39,25% dei votanti. Tra le prime città si segnala la Firenze del premier Matteo Renzi, con il 67,45%. A Roma la percentuale dei votanti è del 56,86%.

Tra le regioni la partecipazione più alta si è registrata in Emilia Romagna e in Veneto: in entrambi i casi il dato è stato pari al 65,91%. In Calabria la partecipazione più bassa, con il 44,34% di votanti alla stessa ora. Alle 12 di oggi si era recato alle urne il 20,14 per cento degli aventi diritto. Trattandosi di una consultazione costituzionale non è necessario il quorum di affluenza minima previsto invece per i referendum abrogativi. Si può votare fino alle ore 23. Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento dei votanti.

  • ken

    Si vota per una riforma scritta male da un uomo orientato a privilegiare i potenti !