Sant’Ilario dello Ionio, “Tastevin 2016”: Ottimi vini, artigianato e spazi culturali

Sant’Ilario dello Ionio, “Tastevin 2016”: Ottimi vini, artigianato e spazi culturali

Sant’Ilario dello Ionio (RC): ottimi vini, artigianato e spazi culturali per “Tastevin 2016”, il festival dei vini.

Molta partecipazione per la due giorni di Tastevin, il Festival dei vini organizzato a Sant’Ilario dello Ionio (RC) dalla Pro loco, in collaborazione con l’Associazione italiana sommelier, delegazione Locride, e la Strada dei vini e dei sapori. Produttori d’eccellenza, sommelier eleganti e professionali, degustazioni guidate, fine artigianato locale, libri e incontri culturali sono stati protagonisti nello scorso fine settimana a Palazzo Speziali-Carbone, nel centro storico di Sant’Ilario. La manifestazione, promossa e organizzata dalla Pro Loco nell’ambito di “Colori del Sud”, in collaborazione con l’Ais e con il patrocinio della provincia di Reggio Calabria e del Comune di Sant’Ilario, ha visto la partecipazione dei produttori Casale Li Monaci, Barone Macrì, Viglianti, La Marchisa, Altomonte, Gagliardi, Lucà, Baccelieri, presentati con la consueta eleganza dai sommelier Pierfrancesco Multari ed Emanuela Alvaro, coadiuvati da Alberto Belvedere e Domenico Metastasio.

tastevin-1

«L’attività vitivinicola in Calabria è in continua espansione – ha detto Pierfrancesco Multari – Il nostro territorio è ormai accreditato sullo scenario nazionale per la produzione di ottimi vini. Si tratta di un settore che già rappresenta per la nostra regione un’importante fonte di sviluppo».

Nelle stesse giornate, per la rassegna “Immagini e lettere a Sud”, in collaborazione con l’associazione culturale Note di Parole e Caffè letterario Mario La Cava, si sono svolti due appassionanti incontri letterari. Anton Francesco Milicia, autore di un’originale e apprezzata narrativa noir sconfinante nell’horror, ha presentato il suo nuovo romanzo “Hic sunt leones” (edito da Mezzelane); Marcello Sestito ha presentato “Architettura Animale” (edito da Rubbettino), affascinante percorso nel mondo dell’architettura legata agli animali e alla loro straordinaria capacità di “costruire”, con la partecipazione di Marò D’Agostino e Fabio Macagnino. Un coinvolgente spazio teatrale, tra reading e musica, è stato curato da Paolo Sofia ed Enzo De Liguoro, accompagnati alla chitarra da Salvatore Gullace.

tastevin-2

In esposizione le creazioni di gioielli artigianali di Teresa, i gioielli e i presepi di Patrizia e gli oggetti natalizi di Sonia. Le Dame dell’Ordine congregazionale Templare “Jacques De Molay” hanno esposto oggetti solidali realizzati con la carta riciclata, destinati alla raccolta fondi di beneficenza.

Soddisfatti della riuscita la presidente della Pro Loco Giovanna Lombardo e il sindaco Pasquale Brizzi, che già pensano a una terza edizione di Tastevin: manifestazione frutto di un lavoro sinergico, che ha visto in particolare l’impegno del vice presidente della Pro Loco Vincenzo Romano, dell’assessore Enzo D’Agostino e dei consiglieri del settore cultura Tonino Carneri, Claudia Cinelli e Sara Tedesco.

Salva

Salva