Per le strade intelligenti l’Anas parte dalla Salerno Reggio Calabria

Per le strade intelligenti l’Anas parte dalla Salerno Reggio Calabria

Informazione pubblicitaria

Anas-vettura-770x511_c

 Il tratto di strada Salerno Reggio Calabria, rinominato Autostrada del Mediterraneo, è il simbolo di come le cose possano cambiare con la forza di volontà, l’uso del buon senso e la persona giusta e ben motivata al posto giusto. Un bel cambiamento rispetto al suo utilizzo come esempio di inefficienza “all’italiana”. Dopo la sua apertura il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani ha tenuto una lunga intervista con Repubblica ammettendo che l’ente che dirige ha “molto da recuperare” ma sottolineando anche il fatto “abbiamo aperto la A2 Autostrada del Mediterraneo. Agendo semplicemente con il buonsenso. E non siamo solo riusciti ad aprirla tutta, ma anche a risparmiare 2 miliardi. Il piano era costruirne una nuova”.

I lavori proseguiranno per aumentarne l’efficienza, così come avverrà per altri tratti stradali italiani. In particolare saranno installati i sensori di calore, saranno cablati i cavi per la fibra ottica e saranno posizionati i ripetitori di segnali wi-fi. Tutti lavori che non creeranno disagi alla viabilità, proprio perché i lavori non saranno sul manto stradale e saranno per lo più svolti ai margini delle strade. Sulla ex Salerno Reggio Calabria saranno ben 900 le antenne wi fi che verranno installate.

Quindi i progetti che il presidente Armani porta avanti con convinzione sono molto ambiziosi: miglioramento della sicurezza, ma anche possibilità di poter viaggiare rimanendo costantemente informati, senza perdere il segnale nelle gallerie o nelle zone in cui non ci sono coperture di segnale nemmeno da parte dei provider telefonici. Una sorta di superamento del “digital divide stradale” che affligge quasi tutte le strade che l’Anas gestisce in Italia, e che rende spesso inefficaci le ricerche per sentirsi al sicuro, specie per chi viaggia molto, ricercando ad esempio sui siti specilizzati come nel caso delle migliori offerte adsl e telefono Cartedipagamento.com o simili, senza perdere il contatto con la realtà.

Ma c’è di più: per la Roma Fiumicino è partito il progetto per l’uso dell’auto senza pilota, così da ridurre il traffico e rendere ancora più sicuro il trasporto delle persone. Su tratti stradali iper tecnologici, in un futuro non troppo lontano, potrebbero quindi divenire utilizzabili anche in Italia le auto con sistema Tesla o simile?