Celestino Gagliardi: Un’alternativa è possibile a Placanica

Celestino Gagliardi: Un’alternativa è possibile a Placanica

UN’ ALTERNATIVA E’ POSSIBILE
Circa un paio di mesi fa, subito dopo le feste, con un intervento pubblico su Facebook, facilmente reperibile, prendendo atto dello stato di degrado del tessuto sociale del nostro paese negli ultimi anni per colpa della politica, ci permettevamo di dire che era venuto il momento di sotterrare l’ascia di guerra, senza alzate di scudi per caricare i propri soldati; di rimboccarsi tutti insieme le maniche, senza ipocrisia; di ridare dignità a questo paese che è stato sempre tra i più brillanti della Locride seppur nelle sue piccole dimensioni. Avevamo auspicato un confronto aperto tra le forze politiche placanichesi al fine di correre ai ripari:
.. sedersi insieme ad un unico tavolo per un governo di salute pubblica che ristabilisca le regole democratiche e sociali, che metta dei paletti fissi minimi, che ricostruisca il tessuto economico e porti il paese ad un’equità sociale che oggi non c’è.
Questo aiuterebbe, dicevamo, la rinascita dei rapporti personali, seppur nella diversità delle opinioni, creerebbe un sano confronto politico sulle idee e sui progetti di sviluppo, farebbe tornare Placanica una ridente cittadina.

Prendiamo atto che, a parte singoli amici e cittadini che in pubblico e/o in privato ci hanno espresso il loro pensiero e il loro appoggio, da parte delle forze politiche “ufficiali” nessun riscontro è arrivato, segno che questo percorso non interessa a nessuno, perché, immaginiamo, ognuno delle parti in lizza, si senta forte abbastanza da vincere le prossime elezioni da sola.
Non vogliamo sindacare le scelte di ognuno, non compete a noi, ma ai cittadini che il giorno delle elezioni, con il voto esprimeranno la loro scelta.

Noi da parte nostra riteniamo ci sia ancora lo spazio per un’Alternativa a Placanica.

Alternativa non alle persone ma ai metodi, alle idee, crediamo che nel nostro paese si possa parlare, di nuovo, di politica.
Politica nel senso alto del termine, di governo della cosa pubblica, di equità sociale, di principi e regole che vengono prima degli interessi delle persone vicine. Dove vi siano giovani e adulti, donne e uomini, al servizio di questi principi e di questi valori, che attraverso le loro gambe e le loro idee viaggino e contaminano piano piano tutti gli altri.
Una politica che metta in campo entusiasmo, voglia di fare, voglia di sacrificarsi, voglia di confrontarsi, voglia di unire per ridare dignità a Placanica.

Decidiamo di metterci in gioco ancora. Lo facciamo apertamente, mettendoci la faccia e partendo dal basso, con quelli che la pensano come noi.
Vogliamo costituire un movimento politico per seminare queste idee e farle crescere, nella consapevolezza che questo dualismo personalistico, che tanti danni ha portato alla nostra comunità, debba essere superato.
Lo facciamo con i giovani, le donne, gli uomini che ci hanno creduto fin dall’inizio, ma desideriamo aprirci a chiunque vuole condividere questo percorso, a chiunque voglia alimentare con il proprio contributo questo seme che vogliamo far crescere e diventare una pianta rigogliosa e forte.
Siamo aperti al dialogo e al confronto con i singoli e i gruppi che credono che, a Placanica, insieme, si possa andare avanti meglio.
Non sappiamo, ora, dove ci porterà questa strada e quanto tempo e con chi arriveremo alla meta, ma intendiamo percorrerla fino in fondo, senza derogare mai dai principi e mettendo in campo tutte le energie delle donne e degli uomini che costituiscono e costituiranno questo movimento.
Lo faremo apertamente, con gli strumenti che le leggi ci danno, rispettando le regole, ed utilizzandole per raggiungere lo scopo, anche con la forza dei consensi, pochi o tanti, che la gente vorrà concederci, perché crediamo che un’Alternativa è possibile!

Celestino Gagliardi