Caulonia, pescato squalo capopiatto nella fossa d’Allaro

Caulonia, pescato squalo capopiatto nella fossa d’Allaro

Questa mattina al largo della costa cauloniese, precisamente nei pressi della fossa d’Allaro, il team “Willy & Coyote” composto dai roccellesi Nicola Piscioneri, Vincenzo detto Mazzolo e da Alessandro Iervasi ha allamato con un palamito un pesce vacca o squalo capopiatto.

L’esemplare, del peso di 70 kg, appartiene al genere Hexanchus e si tratta del più grande squalo della famiglia Hexanchidae in quanto può arrivare a raggiungere i 5,4 metri di lunghezza.

Caratteristica della specie è la presenza di una sola pinna dorsale anzichè due.

La bocca è composta da sei file di denti disposti a pettine molto simili a delle lame. In genere si ciba di acciughe, razze, chimere, gamberi, seppie, merluzzi, pesce spada e altri squali. Solitamente non attacca l’uomo se non provocato ma è considerato comunque pericoloso a causa della sua mole.

Complimenti al team per la cattura e ringraziamo Nicola Piscioneri per le foto.

Salva

  1. Pizzo Calabro 4 Maggio 2017, 15:21

    Ma perchè complimenti per la cattura? Vi dava fastidio nella fossa d’Allaro?

  2. perchè uccidere un esemplare cosi bello?non è una specie protetta?

  3. Pizzo Calabro 4 Maggio 2017, 16:11

    Adesso nella fossa d’Allaro c’è più spazio per lavatrici e pneumatici

Comments are closed.