È morto il ferroviere picchiato da un automobilista

È morto il ferroviere picchiato da un automobilista

Salvatore GIDARI, di 56 anni, ferroviere, lo scorso 21 luglio è stato aggredito da un giovane di 27 anni. SALVATORE stava attraversando a piedi la strada Statale 106 nel comune di Botricello (CZ), quando, il 27enne è sceso dal furgone ed ha cominciato a picchiare il malcapitato passante immediatamente trasportato in ospedale. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Sellia Marina (CZ) e della Stazione di Botricello, il giovane non si sarebbe fermato e l’uomo avrebbe urlato qualcosa. A quel punto il giovane avrebbe bloccato la marcia, sarebbe sceso dall’automezzo ed avrebbe colpito il ferroviere con un calcio, facendolo cadere a terra. Nella caduta l’uomo avrebbe sbattuto violentemente la testa. SALVATORE, dopo giorni di lotta, ci ha lasciati. Questa volta non è stata colpa della S.S.106. Non è giusto morire così a 56 anni. L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nel RIFIUTARE OGNI FORMA DI VIOLENZA FISICA E VERBALE intende esprimere il più sincero e profondo cordoglio alla FAMIGLIA GIDARI, alla comunità di Botricello, ai parenti, ai colleghi ferrovieri ed agli amici tutti per la perdita del caro Salvatore. #bastaviolenzasulla106