APRE LA “PRIMA” A GROTTERIA, ACCORDO TROVATO PER LA SCUOLA SECONDARIA

APRE LA “PRIMA” A GROTTERIA, ACCORDO TROVATO PER LA SCUOLA SECONDARIA

Ad un giorno dall’inizio del nuovo anno scolastico, Grotteria può tirare un sospiro di sollievo: la tanto voluta classe prima della scuola secondaria di primo grado, che in questi giorni ha rischiato la soppressione, verrà aperta. La notizia, divulgata dall’amministrazione comunale di Grotteria guidata dal sindaco Vincenzo Loiero, è frutto di un’assidua interazione tra l’assessore alla pubblica istruzione, Irene Palmieri, e la dirigente scolastica, Marilena Cherubino. Diverse le soluzioni messe in campo per ovviare al rischio della soppressione e, tra le tante, è stato scelto il sistema delle “classi aperte” con la riduzione del tempo prolungato. Come funzioneranno, dunque, le suddette classi? Bisogna specificare che si tratta di una metodologia didattica prevista dall’articolo 7 del Regolamento sull’autonomia scolastica, secondo cui alunni di classi diverse possono condividere un percorso didattico-interdisciplinare mirato all’acquisizione di competenze attraverso la cooperazione, il tutoraggio e le attività laboratoriali. Nello specifico della scuola di Grotteria, gli alunni tratteranno insieme alle altre classi discipline quali educazione fisica, religione, educazione tecnica e arte, mentre svolgeranno separatamente le lezioni riguardanti le altre materie; inoltre, la scuola manterrà il tempo prolungato fino alle ore 16. Un risultato soddisfacente per l’amministrazione comunale, per il sindaco Loiero che in questi giorni ha sentito il parere del Provveditorato agli Studi di Reggio Calabria, e per le famiglie di Grotteria, i cui figli potranno anche usufruire del servizio scuolabus gratuitamente.