Caulonia 2.0 evidenzia le menzogne dell’amministrazione Belcastro

Caulonia 2.0 evidenzia le menzogne dell’amministrazione Belcastro

Riceviamo e pubblichiamo:

Leggere il comunicato dell’Amministrazione comunale ci lascia davvero sconcertati!!!
Ci siamo limitati a raccontare i fatti, fatti veri per come accaduti.
Come ben esplicitato il Presidente della Regione si è messo a grande disposizione per mettere in atto tutte le azioni necessarie al recupero del fondo, e per questo lo abbiamo ringraziato infinitamente, ma non si può dire altrettanto dell’Amministrazione comunale.
Per ben dieci volte ci è stato offerto un immobile completamente inagibile, avente copertura in eternit, quindi non idoneo a svolgere le attività progettuali. Perché insistere con quella proposta se a noi non è utile? Forse per dimostrare una disponibilità che poi nei fatti non c’è?
Se l’Associazione deve reperire un immobile privato per attuare il progetto come detto più volte, che senso avrebbe avuto la presenza dell’Amministrazione a quel tavolo tecnico alla Regione? Di fatto l’Amministrazione cosa avrebbe attuato in questa ipotesi per restituire il lavoro ai poveri lavoratori?


Vorremmo ricordare a questa Amministrazione che prima della revoca del fondo, l’Associazione aveva comunque trovato gli immobili privati, immobili, che come previsto, devono avere un accreditamento ed autorizzazione al funzionamento come strutture di accoglienza, competenza passata ai comuni capofila il 1 Luglio 2017. A tutt’oggi il Comune di Caulonia non è in grado di rilasciare dette autorizzazioni, tanto da indurre il Presidente, come da loro stessi affermato, ad assumersi la responsabilità in via del tutto straordinaria, per l’accreditamento delle strutture.
E ancora, è possibile mettere a bando con evidenza pubblica la stessa struttura per la quale non era stata rilasciata l’agibilità a noi necessaria per proseguire l’attività progettuale? Quali interventi sono stati effettuati ora per renderla agibile?
Siamo noi ad invitare l’Amministrazione a cominciare ad utilizzare il linguaggio della verità, ci sembra ormai palese l’atteggiamento dell’Amministrazione che ancora continua a pensare che questa sia una battaglia politica, forse lo è per loro. La nostra battaglia ha il sol fine di restituire una dignità a coloro i quali è stata ingiustamente tolta.

Associazione Caulonia 2.0

  1. Vanni Eliometri 7 Ottobre 2017, 4:56

    La storia infinita continua… quando si troverà una struttura adatta e conforme a quanto esigono le norme di sicurezza sull’abilitabilità , Sono certo! che l’amministrazione Comunale darà il proprio consenso, poichè della serietà di questa Amministrazione Comunale e delle persone che ne fanno parte meritano la mia e la Vs. fiducia.

Comments are closed.