Il gruppo di maggioranza “Avanti Polistena” controreplica agli esponenti del meet-up grillino

Il gruppo di maggioranza “Avanti Polistena” controreplica agli esponenti del meet-up grillino

Riceviamo e pubblichiamo

Non ci sono parole dinanzi alle sciocchezze che il meet-up di Polistena continua a sciorinare in attesa di ricevere visibilità e vana gloria nei palazzi del potere.

Se c’è qualcuno che fa confusione e spara a casaccio, anche sulla questione della spazzatura abbandonata lungo il torrente Vacale, quelli sono i grillini, che pur di andare contro l’Amministrazione Comunale speculano su tutto, negando l’evidenza, ovvero negando pure che sono stati già adottati provvedimenti concreti in merito a quanto rilevato.

L’obiettivo è solo uno e costante: colpire l’Amministrazione Comunale ed il nostro gruppo consiliare, anche quando con i fatti, si danno risposte concrete ai cittadini.

Nell’arco degli ultimi mesi infatti, i grillini si sono davvero impegnati, denunciando all’opinione pubblica qualche ramo secco e piangente, qualche sciacquone con il deflusso irregolare, qualche albero potato alla meno peggio. Persino le 200 palme donate gratuitamente al comune, e per fortuna tutte attecchite con buona pace di tutti gli uccelli del malaugurio in circolazione a Polistena peggio dei punteruoli, hanno costituito spunti d’insaziabile polemica. La ciliegina sulla torta, poi, l’attacco gratuito ed ingeneroso sulla manifestazione promossa a difesa dell’ospedale e della sanità pubblica. In quella circostanza, invece di criticare il PD, la Giunta Regionale ed il Commissario alla Sanità, per le gravi inadempienze nei nostri ospedali, hanno disertato la manifestazione di Polistena accusando il nostro Sindaco di organizzare tali iniziative per chissà quali mire elettorali.

Beh, alla fine è proprio il Sindaco di Polistena Michele Tripodi ad insegnare ai soliti aspiranti parlamentari a cinque stelle, quale differenza passi tra la politica resa al servizio degli altri e l’ossessiva ricerca della poltrona parlamentare, cosa significhi condurre battaglie nel nome dell’impegno civile e cosa invece ricercare in modo paranoico visibilità, cosa voglia dire sfidare davvero il sistema di potere spesso rischiando vendette, ripicche, forzature e cosa invece stabilizzarlo con comportamenti ambigui e futili rivendicazioni.

Prima di prendere la penna e tentare di scarabocchiare qualcosa contro l’impegno e l’onestà della maggioranza “Avanti Polistena”, ci pensino una, due, tre, cento, mille volte. Già, perché certi personaggi se prima si guardassero un po’ intorno in Calabria, proverebbero un po’ di vergogna ad attaccare continuamente un Sindaco ed un’Amministrazione invidiati e stimati da tutti, che godono di uno straordinario consenso popolare e dinanzi alla cui statura politica i pochi grillini in circolazione a Polistena hanno avuto paura a metterci la faccia alle ultime elezioni comunali del 2015.

Altro che prefisso telefonico, risultati n.p.: NON PERVENUTI.

Gruppo Consiliare Avanti Polistena