Il ponte Allaro forse pronto per inizio 2019. Ancora almeno un anno di disagi

Il ponte Allaro forse pronto per inizio 2019. Ancora almeno un anno di disagi

Riceviamo e pubblichiamo

Si è tenuta stamane, nella sala consiliare del Comune di Caulonia, una conferenza stampa per fare il punto della situazione dei lavori del Ponte Allaro, lungo la statale 106. Ad illustrare ai cronisti i dettagli del progetto di ricostruzione sono stati il responsabile del coordinamento territoriale Anas Calabria ing. Giuseppe Ferrara e il responsabile unico del procedimento ing. Antonella Di Vece. Presenti il sindaco Caterina Belcastro, il vicesindaco Domenico Campisi, l’assessore comunale Mariagrazia Dimasi, il presidente del Consiglio Comunale Caterina Panetta e il presidente dell’Associazione dei Sindaci della Locride Franco Candia.

Come ha evidenziato Ferrara «Siamo già in fase di gara per la seconda fase di interventi che prevede la realizzazione delle pile e dell’impalcato del nuovo ponte. Contiamo di avere l’aggiudicazione di questi lavori tra giugno e luglio, quindi iniziare i lavori veri e propri dopo l’estate, in modo da completare il tutto in 6 mesi come avevamo promesso».

 

Per il presidente di Assocomuni Franco Candia «Non si tratta di un’infrastruttura che ha percorsi alternativi. Il disagio è consistente e non si può perdere tempo». Sollecitato dal vicesindaco Campisi, l’ingegnere Di Vece ha osservato come «si è in attesa di alcune autorizzazioni per poter lavorare nell’alveo e procedere alla sistemazione anche dell’argine in località Focà».

«Mi auguro che si metta presto la parola fine ad una situazione che ci trasciniamo da anni e che provoca notevoli disagi ai cittadini di un intero comprensorio – ha rimarcato il primo cittadino Belcastro – Mi batterò affinchè venga rispettato il cronoprogramma».

Ufficio Stampa Comune di Caulonia