Crisi finanziaria, interviene Ilario Ammendolia: “Da Sindaco ho lasciato i conti del Comune in ordine”

Crisi finanziaria, interviene Ilario Ammendolia: “Da Sindaco ho lasciato i conti del Comune in ordine”

Riceviamo e pubblichiamo

Leggo dai giornali che il Comune di Caulonia avrebbe problemi di bilancio.

Comprendo bene che i Comuni del Sud non navighino nell’oro ed ovviamente ciò vale per tutti i paesi della Calabria. Intervengo solo per precisare che nel momento in cui ho lasciato la guida dell’amministrazione comunale di Caulonia (ben sei anni fa) le entrate del Comune erano in costante, progressiva ed ordinata crescita; le vertenze più importanti chiuse con ampia soddisfazione dell’ente comunale; la spesa assolutamente sotto controllo.

Erano stati realizzati alcuni importanti risparmi anche con sacrifici di carattere personale (di cui preferirei non parlare) ed infine il Comune di Caulonia si è classificato ai primi posti in tutti bandi regionali oltre che recuperare finanziamenti che erano in via di revoca o spostati in altri Comuni. I ruoli dell’acqua, nei 5 anni in cui sono stato sindaco, sono stati emessi con regolarità e tesi a recuperare precedenti annualità.

Tutto ciò non è assolutamente ascrivibile a meriti esclusivi del sottoscritto bensì all’intera Giunta ed a tanta parte del consiglio comunale. Oltre che a quei dipendenti che hanno lavorato con serietà ed impegno.

Tuttavia il merito principale va a quei cittadini di Caulonia che in maniera crescente avevano incominciato a pagare i tributi dimostrando di credere al “Progetto paese” che avevamo messo in campo. C’è da notare infine che avendo iniziato ad amministrare nel momento in cui è scoppiata la crisi finanziaria internazionale , tra il 2007 ed il 2011, le leggi dello Stato hanno tagliato in maniera crescente i contributi statali destinato ai comuni, ma e nonostante ciò, abbiamo sempre mantenuto un sostanziale e virtuoso equilibrio il bilancio oltre che realizzare importanti investimenti destinati a trasformarsi in risorse.

Cito, e solo come esempio, il recupero le abitazioni a Caulonia centro o gli impianti fotovoltaici realizzati. Infine, ma non per ultimo, abbiamo regolarizzato la posizione di tanti lavoratori- precari.

Non ho alcun motivo per credere che la situazione rispetto al 2011 sia cambiata se non in meglio. Questo molto più di me potrebbero spiegarlo
coloro che in questi sei anni hanno occupato importanti ruoli istituzionali e politici.
In caso contrario, suonerebbe strano , sospetto ed oscuro il fatto che nessuno- soprattutto tra i candidati che hanno occupato in precedenza ruoli amministrativi- abbia parlato di questi temi di vitale importanza durante la campagna elettorale, ne nella fase precedente. Chiudo , precisando che per mia scelta, sono assolutamente fuori dalle vicende amministrative del Comune di Caulonia e tale intenderei rimanere .

Le mie precisazioni- che sono disponibile ad illustrare e su cui sono disposto a confrontarmi in qualsiasi sede – tendono solo a dimostrare una inconfutabile verità e ciò solo e soltanto a futura memoria.

Ilario Ammendolia

  1. Vanni Eliometri 28 Marzo 2018, 14:13

    Qualcosa è andata per il verso sbagliato: dopo questa dichiarazione di discolpa dell’ex Sindaco Ilario A. Ergo non può essere addebitata la colpa di questo dissesto alla nuova giunta Comunale insediata nel 2017 (quindi da poco tempo), Già si mormorava prima della ultima elezione del Consiglio comunale di questo dissesto e solo l’opposizione di allora formulava dubbi sui rendiconti Comunali, ma si taceva evitando una vera pubblica denuncia, errore del quale già ora probabilmente ci si pente. Si dovrà recuperare subito rateizzando i contributi dell’erogazione dell’acqua in perpetuo ritardo il che intanto, può ridurre il deficit comunale ma non risanarlo e per far questo occorre ben altro, ma tutto questo occorre anche comunicarlo ai Cittadini non predisposti a altri sacrifici e chi senza colpa avrà il coraggio di farlo passerà dalla parte degli opportunisti di allora. Auguri!

Comments are closed.