“IntegrandoSI”, Un Biennio di SPRAR a Cinquefrondi

“IntegrandoSI”, Un Biennio di SPRAR a Cinquefrondi

Lunedì 16 aprile alle 18,30 Lo SPRAR di Cinquefrondi si apre alla città. E lo fa scegliendo le immagini. Una mostra fotografica racconterà difficoltà e gratificazioni dei due anni trascorsi da quando il Comune e la Cooperativa Sankara-ReCoSol hanno dato vita al progetto di accoglienza a richiedenti asilo e rifugiati.

IntegrandoSI, Un Biennio di SPRAR sarà il modo più emozionante e colorato per racchiudere in un evento l’esperienza di accoglienza a richiedenti asilo e rifugiati del biennio 2016-2017. La Cooperativa Sankara-ReCoSol e l’Amministrazione Comunale ospiteranno nella Mediateca Comunale, a partire dalle 18,30 di lunedì 16 aprile, un’originalissima mostra fotografica.

A partire dal nome e dal manifesto firmato dall’artista e mediatore linguistico Jalal Habach, IntegrandoSI significa colore e partecipazione, con le orme di persone che camminano insieme su uno stesso sentiero, con dietro un orizzonte giallo sole, e in mezzo case diverse che si abbracciano.

Operatori, beneficiari ed esponenti delle istituzioni spiegheranno agli ospiti della mostra cosa voglia dire accogliere ed essere accolti, con tutte le difficoltà e gli adattamenti che può comportare la scelta di integrare persone di diverse culture.

 

Scegliere di fare accoglienza in una piccola città dell’Aspromonte è fare una piccola rivoluzione, dando l’occasione a tutta la comunità, anche a chi si oppone all’integrazione, di conoscere i migranti, le loro storie di grandi difficoltà e piccole felicità quotidiane, andando oltre gli slogan mediatici e politici, e scoprendo il cammino che passo dopo passo conduce un individuo o una famiglia venuti da lontano a riprendersi autonomia, libertà e dignità calpestate.

Vivere lo SPRAR, dalla prospettiva di chi ci lavora, di chi amministra o di chi ogni giorno di più si ambienta in un Paese diverso, adattandosi a consuetudini e culture nuove, permette di aprirsi alle tante emozioni di uno scambio tra persone, creando momenti di crescita, riflessione, cambiamento.

 

I momenti di incertezza si sono alternati ad altri di enorme felicità, ma abbiamo sempre avuto la grande opportunità del dialogo, della costruzione di un pezzo di mondo nuovo. Insieme.

In poco meno di duecento foto, che descrivono un percorso che dall’ingresso alla mediateca conduce verso gli uffici delle operatrici e degli operatori, fino all’aula di didattica, i tanti momenti che, ne siamo certi, saranno capaci di trasmettere tutti i sorrisi e le lacrime di tante vite diverse.

Per informazioni:
Facebook
Evento Facebook
Twitter
sprarcinquefrondi@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published.