L’Amministrazione Comunale risponde alle accuse del gruppo di minoranza “Uniti per Gerace”

L’Amministrazione Comunale risponde alle accuse del gruppo di minoranza “Uniti per Gerace”

Riceviamo e pubblichiamo

In merito alle dichiarazioni scritte rese dai Consiglieri di minoranza del Gruppo Consiliare “Uniti per Gerace” durante il Consiglio Comunale del 10 maggio u.s. e successivamente pubblicate da vari organi d’informazione, si precisa quanto segue: “dopo mesi di assoluto silenzio, dovuto al tentativo di rabbonire, secondo il suo misero pensiero, l’Amministrazione Comunale, riguardo la procedura di abuso edilizio dell’edifico di proprietà e non avendo avuto, ad oggi, i risultati sperati, il consigliere di minoranza Varacalli ritorna all’attacco, tramite la voce del suo fido Macri e degli organi di stampa, adducendo illazioni, falsità e strumentali dichiarazioni in merito all’attività amministrativa dell’attuale maggioranza, ed assumendosi,(sic), in toto, tutti i meriti, anche per opere compiute precedentemente la sua amministrazione.

Il gruppo consiliare “Uniti per Gerace” contro l’operato dell’attuale Amministrazione Comunale

E’ palese che il Varacalli ha cambiato tattica. E’ disperato, perchè, nonostante la richiesta di condono inoltrata anni fa al Comune di Gerace per cercare di sanare l’abuso edilizio della sua abitazione, non avendo avuto nessuna speranza dall’attuale dirigenza dell’Ufficio Tecnico al fine di poter chiudere un occhio in merito a questa triste vicenda, sta giocando il tutto per tutto. Pare che il suo grido di battaglia, in questo momento sia “muoia Sansone con tutti i filistei”. Ed, infatti, non sono bastate, dopo l’erudita lettura delle descritte dichiarazioni in Consiglio Comunale, le puntuali risposte, prive di odio, rese dal Sindaco Pezzimenti. Infatti, subito dopo, ha iniziato a sputare sentenze, infamità di ogni genere, farneticanti resoconti di attività svolte dalla sua amministrazione, come se la Città di Gerace fosse rinata durante il suo scriteriato quinquennio, non contento che già nella relazione allegata ai lavori assembleari, aveva gettato sospetti sul comportamento di consiglieri comunali e dipendenti, paventando chissà quali oscuri e nefasti, per le casse comunali, conflitti d’interesse. E’ ormai noto a tutti la propensione sua e di qualche altro suo familiare alle dichiarazioni false, ma ogni cosa ha un limite. Al di là della fisiologica considerazione che l’attuale A.C. risponderà, punto per punto alle nefande affermazioni contenute nella relazione della minoranza del 10 maggio scorso e si dimostrerà, ove ve ne fosse bisogno che l’attività amministrativa compiuta in questi mesi è stata nettamente maggiore rispetto a quella compiuta dall’amministrazione Varacalli in cinque anni, l’attuale maggioranza in seno al Consiglio Comunale di Gerace valuterà l’ipotesi di adire le vie legali, al fine di tutelare la propria onorabilità e quella dei dipendenti comunali interessati dalle insinuazioni addotte, continuando, imperterrita, nell’opera di rasserenamento del clima sociale e politico cittadino, che non deve andare incontro alle provocazioni, intrise di odio, esternate dal gruppo di minoranza “Uniti per Gerace”.

Ufficio Stampa Comune di Gerace

Ciavula

GRATIS
VIEW