Caulonia rialza la testa!: “Primo maggio amaro per Caulonia”

Caulonia rialza la testa!: “Primo maggio amaro per Caulonia”

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Nel giorni in cui si festeggia il lavoro il nostro pensiero non può che andare anche a tutti i cauloniesi che il lavoro non ce l’hanno o che sono costretti a lavorare in nero.
Un pensiero particolare vogliamo rivolgerlo ai cauloniesi e alle cauloniesi che un lavoro ce l’avevano, quelli dei centri per minori di Ursini e San Nicola, e che l’hanno perso a causa della miopia dell’amministrazione comunale in carica.
Decine di persone che avevano finalmente trovato un’occupazione, nonostante le loro battaglie, non sono state sostenute dal Comune di Caulonia che, piuttosto, le ha osteggiate, fino a quando non lo hanno perduto.
Le contraddizioni dell’amministrazione Belcastro si sono palesate nell’ipocrisia di avere abbandonato al loro destino decine di cauloniesi, fino alla chiusura dei centri di accoglienza F.A.M.I. per minori, salvo poi partecipare in questi giorni ad un bando regionale per gestire altri fondi F.A.M.I. destinati all’accoglienza dei migranti. Questo palesa che si è trattato di una vera e propria vendetta politica consumata ai danni di qualche oppositore.
Un’amministrazione comunale che avrebbe avuto a cuore i propri cittadini si sarebbe spesa fino alla fine ed in ogni sede per tutelare quei lavoratori e quelle lavoratrici, invece di abbandonarli nuovamente alla disperazione della disoccupazione.
E’ con questa immensa amarezza che festeggiamo il primo maggio di quest’anno.
A consolarci, la consapevolezza che Caulonia rialzerà la testa!

 

 La Portavoce di “Caulonia rialza la testa!”

Suely Di Marco