Caulonia, riflessione di una lettrice sulla situazione del Ponte Allaro

Riceviamo dalla lettrice Jessica Albanese e pubblichiamo:

Vorrei dire che lo schifo della politica ha avuto il clou con la situazione del ponte e mi auguro che chi ha sbagliato e continua a fare l’indifferente paghi ma severamente.

Perché se fosse stato un singolo individuo indifeso a quest’ora sarebbe arrivato anche il presidente della Repubblica e le più alte istituzioni ma invece qui sembra tutto tranquillo. Ho letto che c’è stata la manifestazione dei sindaci tempo fa, ci sono diversi gruppi che si impegnano a dar voce a questo problema ma il detto che spesso mi ripeto è che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Mi auguro per il bene di tutti che prendano seriamente questo problema perché da lì passano vite umane, padri e madri di famiglia per andare a lavoro, pullman carichi di studenti, insomma tantissime persone perché è un’ arteria stradale importantissima.

La campagna di sensibilizzazione per il ponte Allaro è un iniziativa buona ma l’importante è trovare una soluzione con i fatti prima che sia troppo tardi e succeda qualche disgrazia dove di recuperabile non c’è niente.