Lavoro e giovani, al via una serie di incontri a Gioiosa Ionica

Lavoro e giovani, al via una serie di incontri a Gioiosa Ionica

Riceviamo e pubblichiamo

Avranno inizio venerdì 22 giugno alcune azioni relative al progetto “Ora legale”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e Servizio Civile Nazionale e promosso dall’Associazione Don Milani, coordinato dalla psicologa Carmela Albanese. Gli incontri dedicati ai giovani del territorio (età tra i 18 e i 35 anni), ed incentrati sullo scambio, l’incontro e la riflessione, saranno coordinati e condotti dalla psicologa Sara Jacopetta e dall’assistente sociale Mariaelisa Giocondo, referente dei beni confiscati per Libera Locride.

L’obiettivo è quello di condividere le esperienze positive di tanti ragazzi e ragazze che, seguendo il modello delle buone prassi, sono riusciti a dar vita ad attività lavorative. I giovanissimi, intrisi dell’idea del “non fattibile”, avranno modo, tramite dibattiti, confronti e testimonianze dirette, di accrescere la loro conoscenza sulla realizzabilità di progetti di lavoro (e di vita) al Sud. Per contrastare l’idea, ormai radicata, che lavorare in una regione povera come la Calabria sia impossibile, il focus degli incontri verterà sui concetti di “possibile” e “realizzabile”. Difatti, oltre a favorire una presa di coscienza sul fenomeno mafioso (locale e internazionale), l’obiettivo è quello di accompagnare i partecipanti alla conoscenza del bello. Fondamentale, quindi, i contatti diretti con coloro i quali hanno dato vita a vere e proprie attività lavorative autonome. Come verrà realizzato questo percorso? Desideriamo spingere i giovani alla curiosità e alla dinamicità. Per far ciò, abbiamo pensato di proporre alcune attività, come ad esempio, alcuni laboratori sui vecchi mestieri.

Molti giovani del Sud hanno ripreso i lavori di un tempo, che rappresentano ad oggi un grande patrimonio culturale; in tal modo, si contrasta la credenza che si possa lavorare esclusivamente come dipendenti o tramite grandi aziende di assunzioni (call center, ecc). Ci piacerebbe parlare anche di talenti e competenza pratica (non lavora solamente chi ha una laurea!); tante, invece, sono le competenze artistiche e manuali possedute dai più giovani. E’ nostro intento fornire anche una conoscenza del territorio e sul know how: un’attività lavorativa che funzioni non può prescindere da una buona conoscenza del territorio in cui si vive; per cui, condivideremo informazioni circa i passaggi tecnici e burocratici per l’avvio di attività lavorative tramite modalità alternative di impresa (es. cooperativa, startup, ecc). Verrà inoltre realizzato un cineforum. Diversi incontri riguarderanno i beni confiscati, la conoscenza delle normative in merito e le buone prassi realizzate nel territorio calabrese. L’obiettivo è quello di rendere i giovani protagonisti di un cambiamento, lavorando sul senso di responsabilità attiva. Gli Incontri partiranno il 22 giugno dalle ore 17.30 alle ore 19.30 e continueranno per tutti i venerdì successivi fino al 10 agosto, presso il Centro Sportivo Polifunzionale, località Santa Tecla, a Gioiosa Jonica. Speranzosi della vostra presenza, vi aspettiamo!

Ufficio Stampa Don Milani