Festa dei Popoli e del Lavoro il 28 e il 29 luglio a Riace

Festa dei Popoli e del Lavoro il 28 e il 29 luglio a Riace

Riceviamo e pubblichiamo

La Cgil di Reggio Calabria – Locri ritiene che la problematica delle migrazioni sia una questione dal notevole valore politico, intrecciata in modo indissolubile con la tematica del lavoro, e non solo con quella del diritto – dovere all’accoglienza.
Intorno a ciò ruoterà l’iniziativa organizzata in collaborazione con l’Arci Reggio Calabria, per il 28 e 29 luglio prossimi a Riace, dal titolo “Ero straniero – Festa dei Popoli e del Lavoro”, nel corso della quale esponenti del mondo della politica, dell’associazionismo, delle istituzioni si confronteranno in dibattiti e focus tematici con l’obiettivo di offrire molteplici punti di vista sulla situazione attuale, mettendo al centro gli aspetti fondamentali dell’accoglienza, dell’integrazione, e di una economia “a colori” senza barriere e pregiudizi, ma consapevole della ineludibilità dei processi migratori e della opportunità che possono rappresentare per Paesi come l’Italia.
La scelta di organizzare questo evento a Riace ovviamente non è casuale. Infatti l’esperienza del Comune ionico è importante per la Calabria, segno distintivo di quelle buone pratiche che possono far parlare in termini positivi della regione ed essere modello a livello nazionale. La vicenda dei rifugiati accolti e integrati per ripopolare il borgo abbandonato non è solo una favola per chi è scappato da fame e guerre; è anche un’opportunità per il territorio in termini sociali ed economici. E’ questa la nuova e autentica prospettiva che la Cgil si propone di offrire nel corso di quella che sarà una festa dei popoli e del lavoro, alla scoperta di storie di straordinaria migrazione, mescolanza, unione di vite e destini.
Alla iniziativa hanno già aderito il segretario nazionale della Cgil Giuseppe Massafra, il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, il sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà e il primo cittadino di Riace Mimmo Lucano. Inoltre saranno invitati esponenti di Libera Calabria, dell’Asgi, dell’Unhcr, della Caritas e di altre associazioni impegnate nel settore dell’accoglienza e dell’integrazione.
Chi volesse aderire come associazione, ente, istituzione o come singolo, può scrivere a cgilrc@cgilcalabria.it

Ufficio Stampa CGIL Reggio Calabria – Locri