Aria tossica a Caulonia? Perchè nessuno se ne interessa?

Aria tossica a Caulonia? Perchè nessuno se ne interessa?

Due anni fa pubblicavamo questo articolo. Le cose non sono affatto cambiate, considerato che quasi tutte le sere, intorno alle 22:30 (è successo anche ieri sera), l’aria in alcune zone di Caulonia risulta alterata da prodotti di combustione non identificati. Ecco perchè lo riproponiamo:

Da troppo tempo, soprattutto di sera, a Caulonia marina nonostante le temperature miti bisogna rimanere barricati in casa a causa delle sostanze ignote, quasi certamente frutto di combustione, che ammorbano l’aria.

Impossibile fare una passeggiata sul lungomare, impossibile tenere le finestre aperte, nell’aria potrebbe esserci diossina, sostanza classificata come sicuramente cancerogena e che si forma nella fase iniziale della combustione dei rifiuti.

inquinamento-mascherina-2-1

Anche nel momento in cui scriviamo l’aria è palesemente alterata. Non sappiamo quale sia la fonte di queste emissioni altrimenti non avremmo esitato, a tutela della salute pubblica, a denunciarlo sul nostro giornale e a segnalarlo alle autorità.

Proprio ieri mattina, con grande senso civico, Rocco Femia di Attiviamo Caulonia, si è recato dai Carabinieri per consegnare un esposto. Ci auguriamo che questo gesto contribuisca a fare in modo che si individui la fonte e si blocchi l’inquinamento, non più tollerabile, dell’aria a Caulonia Marina.

E’ dovere di chiunque abbia informazioni utili fornirle alle autorità.

 

  1. Vincenzo Frammartino 28 Ottobre 2017, 20:13

    6 meritevole di lode

Comments are closed.