Scomparsa Congiusta: il cordoglio del circolo PD Siderno, Fattore Comune e Associazione Cambia@menti

Scomparsa Congiusta: il cordoglio del circolo PD Siderno, Fattore Comune e Associazione Cambia@menti

Riceviamo e pubblichiamo

Il Circolo del Partito Democratico di Siderno esprime dolore e commozione per la perdita del caro amico, Mario Congiusta.
Un maestro di vita che, con grandissima dignità e determinazione, alzando veli di ipocrisia e di indifferenza, ha duramente lottato per la giustizia e la legalità.
Un uomo sopravvissuto alla barbara morte del figlio Gianluca, vittima innocente della criminalità organizzata, che ha dedicato nella lunga battaglia per la verità tutta la sua fermezza, la sua riflessione e la sua passione civile.
I valori della legalità, dell’onestà intellettuale e del rispetto per le istituzioni sono stati il fondamento del suo operare, come uomo, padre e cittadino.
Il ricordo del ns. concittadino Congiusta passi anche attraverso un’attenta riflessione sull’immenso valore del vivere onestamente e dignitosamente.
Resti, dunque, per sempre la sua immensa figura positiva.
Alla famiglia giungano le più sincere condoglianze.

Il Circolo del Partito Democratico di Siderno 

Il Circolo Fattore Comune di Siderno piange la scomparsa di Mario Congiusta, una fra le figure più battagliere e determinate della nostra cittadina, e si stringe al dolore della moglie, delle figlie e di tutta la famiglia.
Con il suo esempio e la sua lotta, Mario ha insegnato a giovani e meno giovani che bisogna combattere insieme per estirpare la malapianta dell’illegalità diffusa, dell’omertà, della mafia, degli abusi di potere e della sopraffazione umana, civile e sociale.
Caro Mario, ci mancheranno i tuoi interventi accesi, lucidi e coerenti; il tuo profuso fervore di padre coraggio nel cercare invano quella luce di verità che si credeva potesse filtrare dalle crepe della miseria umana.
Noi di Fattore Comune, in modo particolare, non possiamo dimenticare il tuo intervento del maggio 2016 quando, in occasione di un nostro evento organizzato per la ricorrenza dell’11° anniversario dell’uccisione di tuo figlio, Gianluca, e per il centenario della nascita di Felicia Bartolotta, madre coraggio di Peppino Impastato, ti sei rivolto ai giovani e ai presenti parlando col cuore e con la mente, regalando loro attimi indefiniti di crescita e di conoscenza, sempre con la dignità e la forza che ti hanno contraddistinto. Ci sentiamo orfani, ma alto rimane il messaggio che ci hai lasciato in eredità col tuo fervore, la tua battaglia, il tuo esempio.
E tutto questo lo ricorderemo e lo tramanderemo con affetto, cura e rispetto, consci, però, che abbiamo un dovere nei tuoi riguardi e nei riguardi dei nostri figli perché la Memoria e l’Impegno, come dicevi tu, rimangano vivi e propulsivi.
Che tu possa ora percorrere infinite ed eterne distese verdi col tuo amato Gianluca, in una dimensione certamente migliore di quella in cui noi oggi, miseri esseri “umani”, viviamo.
Ciao Mario!

FATTORE COMUNE 

“Giuro che sono Donna, posso far parte di Cambi@menti? se non mi credete vi porto un certificato!”… Vogliamo ricordarti così,caro Mario, nei tuoi pochi momenti d’ilarità quando,con l’ironia mai scontata che ti contraddistingueva, esprimevi il tuo consenso alla nascita della nostra associazione….Associazione tutta al femminile di cui tu, uomo “anomalo”, eri socio onorario, incoraggiandone le iniziative ma esprimendo anche, categorico, il tuo disappunto, quando qualcosa non ti andava.
“Non mi parlate di Rivoluzione Culturale- dicevi sempre- non ho più tempo per aspettare”.Eppure di pazienza ne hai avuta, forse più di quanto tu stesso pensassi. Anni ed anni ad attendere,fiducioso,nelle aule di tribunale,verità e giustizia per la morte di tuo figlio Gianluca, barbaramente ucciso dalla ‘ndrangheta il 24 maggio del 2005. Una vita intera spesa per questo,senza risparmiarti mai, fino alla fine… E’ difficile,in poche parole,dire Mario quello che sei stato per noi. Compagno di tante avventure,condottiero di battaglie coraggiose, caposquadra di scalate faticose.

Quanti sentieri della memoria abbiamo percorso insieme,sfidando il caldo e la fatica,al fianco di Libera,convinti che la battaglia per la legalità sia qualcosa per cui valga la pena vivere!.. E quanti 24 maggio abbiamo condiviso cercando di trasformare un giorno di dolore in un momento di festa e speranza!

Eri esile Mario,ma dietro quel corpo provato dalla sofferenza, e quel sorriso triste, nascondevi una forza d’animo straordinaria che ti ha sostenuto in tutte le avversità… Finchè, un giorno, hai perso la speranza…
Grazie Mario per quello che ci hai insegnato.. Continueremo la tua battaglia accanto a chi ti ha voluto bene e faremo in modo, nel nostro piccolo, che tutto quello per cui ti sei speso non vada perduto. La ricerca di verità e giustizia continua, come prima, piu’di prima. Ciao amico. Mo’si ‘nta verità…

Associazione Cambi@menti