Su sollecitazione dell’Officina la Prociv nazionale scrive al sindaco di Caulonia in merito al ponte Allaro

Su sollecitazione dell’Officina la Prociv nazionale scrive al sindaco di Caulonia in merito al ponte Allaro

I destinatari sono il dipartimento Lavori pubblici della Regione Calabria, la Protezione civile calabrese, la città metropolitana di Reggio Calabria, l’Anas e il sindaco di Caulonia Caterina Belcastro.

La data quella di ieri, l’8 agosto 2018 e il mittente il Dipartimento della Protezione civile nazionale, su carta intestata della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’oggetto è la situazione di pericolo costituita dal ponte Allaro.

La lettera in questione segue una sollecitazione che l’Officina delle Idee, gruppo di minoranza in seno al consiglio comunale cauloniese, inviò nel giugno scorso segnalando una situazione di potenziale pericolo sulla statale 106 a causa del cedimento di una parte del ponte Allaro.

La Protezione civile nazionale invita gli “enti istituzionalmente competenti a valutare le situazioni di criticità” e a mettere in atto “gli interventi strutturali e non strutturali finalizzati alla messa in sicurezza del reticolo viario, nonchè alla mitigazione delle condizioni di pericolosità idrogeologica ed alla salvaguardia della pubblica e privata incolumità”.

“Nelle more della realizzazione dei predetti interventi strutturali – prosegue la lettera – il sindaco di Caulonia, quale autorità territoriale di protezione civile, con l’eventuale supporto, ove ritenuto opportuno, del dipartimento regionale della Protezione civile, è invitato a vigilare le aree in rassegna e a predisporre o ad aggiornare, ove non già effettuato, il piano comunale di protezione civile che, ancorchè in forma speditiva, sulla base dei messaggi emessi nell’ambito del sistema di allertamento nazionale, dovrà stabilire le azioni da porre in essere per fronteggiare efficacemente gli eventi, previsti o in atto, attraverso le attività di presidio territoriale e l’attivazione tempestiva di misure di salvaguardia e di informazione alla popolazione”.