Traffico da «bollino nero»: tre ore di attesa a Reggio Calabria per l’imbarco in Sicilia

Traffico da «bollino nero»: tre ore di attesa a Reggio Calabria per l’imbarco in Sicilia

Notizia tratta da: corriere

Primi disagi e incolonnamenti del traffico nel weekend considerato da <<bollino nero>>. I rallentamenti più forti si registrano a Reggio Calabria lungo l’autostrada A2 in direzione degli imbarchi per la Sicilia. L’Anas segnala che «allo svincolo di Villa San Giovanni è stata decretata l’emergenza di terzo livello con chiusura dello svincolo autostradale per chi proviene da nord». La coda ha raggiunto nel primo pomeriggio lo svincolo di Santa Trada. A causa delle difficoltà alle operazioni di imbarco l’attesa stimata per chi si sta recando in Sicilia è di circa tre ore. Il personale dell’Anas ha distribuito bottiglie di acqua agli automobilisti fermi sotto il sole.

Nessun intasamento, invece, sul raccordo A1-a14 di Casalecchio (Bologna) dove lunedì era esplosa un’autocisterna di gpl causando il crollo di parte di un viadotto. E’ quanto fa sapere la Polstrada. In Emilia, invece, si segnalano code a singhiozzo nel tratto dell’A14 tra Castel San Pietro e Cesena Nord, in direzione Riviera Romagnola, ma anche in direzione opposta per il traffico di rientro verso Bologna, sempre sull’A14, nel tratto tra Forlì e Imola. Sul resto della rete, nella notte ci sono stati lunghi incolonnamenti sulla A4 tra Mestre e Trieste: era il flusso dei turisti diretti verso le località balneari della Croazia; alla barriera di Lisert nel pomeriggio c’erano 3 chilometri di coda Un’ora di attesa, infine, viene segnalata all’ingresso del tunnel del Monte Bianco in direzione della Francia.