Ktf 2018, l’Amministrazione Belcastro respinge le accuse dell’Officina delle Idee

Ktf 2018,  l’Amministrazione Belcastro respinge le accuse dell’Officina delle Idee

Riceviamo e pubblichiamo

Il terreno sul quale il gruppo di minoranza, Officina delle Idee, tende a trascinare la discussione politica non ci appartiene. Non facciamo politica per favorire alcuno né tantomeno i nostri parenti; abbiamo sempre lavorato per il bene della Comunità e nell’esclusivo interesse del nostro Paese.

La portavoce dell’opposizione dovrebbe provare vergogna (ma abbiamo constatato che non è un sentimento che ricorre sovente nelle fila della minoranza) per quello che ha riferito pubblicamente in un video su Facebook sapendo essere un falso, sapendo di aver artatamente travisato la realtà, di aver raccontato un’altra storia e non la verità dei fatti, comprovata da atti e documenti.

Come consuetudine, mente sapendo di mentire! il Capo Gruppo di minoranza omette di dire, che tutti i servizi relativi al Festival sono stati oggetto di avviso pubblico; solo in caso di assenza di offerte si è proceduto all’affidamento ad associazioni (e non ad una sola come si cerca di far intendere) che senza il minimo profitto hanno collaborato alla buona riuscita del Festival, facendo del volontariato, quello vero, una bandiera.

Faccia la sig.ra Ierace lezioni di morale e legalità a qualcun altro e prima di proferire falsità si guardi allo specchio. Prima di gridare ad una “presunta parentopoli”, avrebbe dovuto ricordare a se stessa, che il ruolo ricoperto fino a qualche tempo fa la rendeva incompatibile, chiedendo conseguentemente scusa ai cittadini cauloniesi per aver violato le norme e le buone regole dettate dall’etica che impongono a chi incarna un conflitto di interessi di non sedere in Consiglio Comunale per incompatibilità. Lei che in veste di Presidente di una associazione -Caulonia 2.0, portatrice di interessi propri, vantava un rapporto con l’Ente dai contorni tutt’altro che trasparenti e corretti.

Officina delle Idee faccia POLITICA, proponga, se in grado, soluzioni ai problemi del Paese e non vada alla ricerca di “scoop” atti ad avvelenare il nostro tessuto sociale. Sino ad oggi abbiamo assistito da parte della minoranza solo ed esclusivamente ad una lotta politica volta a tutelare interessi di parte e faziosi.
Il nostro stile è orgogliosamente un altro!!!
Il nostro capogruppo, sulle cui doti morali non permettiamo a nessuno di insinuare dubbi, continuerà ad occuparsi con passione e nel rispetto della legge, del proprio Paese e della propria Comunità, riservandosi il sacrosanto diritto di tutelare la sua persona, la sua immagine e la sua onorabilità nelle sedi opportune.

Amministrazione Comunale