Accordo Salvini-Di Maio, Galimi: “Vergognoso colpo mortale al porto di Gioia Tauro”

Accordo Salvini-Di Maio, Galimi: “Vergognoso colpo mortale al porto di Gioia Tauro”

Riceviamo e pubblichiamo

Un vergognoso accordo Salvini Di Maio, infligge il colpo mortale al ruolo ed alle potenzialità del porto di Gioia Tauro.Infatti Reggio e Villa, con un colpo di coda di lega e grillini, sono passati sotto la giurisdizione marittima di Messina. Vale la pena ricordare che il passato governo a trazione PD, aveva creato proprio nella cittadina della piana, la più grande autorità portuale italiana, una delle più grandi d’Europa inglobando, non solo tutti i porti calabresi (Reggio, Villa, Vibo, Corigliano, Crotone), ma anche quelli siciliani di Messina e Milazzo. Meraviglia che di fronte a questo preoccupante “scippo”, si registra il silenzio assoluto di tutti quelli che nell’aria in questione, hanno dato consensi significativi, proprio ai partiti di governo. In pochi mesi si sta toccando con mano, come tutte le promesse e gli “ammiccamenti”elettorali, oggi si rivelano nulli e dannosi per l’intera Calabria. La nostra non vuole assolutamente essere una piccola ripicca di campanile, ma una forte preoccupazione sulla visione che stanno dimostrando di avere per Gioia Tauro e la sua piana. A tutto questo va aggiunto che il sottosegretario con delega ai porti e’ uomo della lega Nord, si lega nord, il quale si sta già muovendo avendo come massima attenzione, le infrastrutture di Genova e Trieste. Prima dell’irreparabile, va organizzata una immediata mobilitazione unitaria, capace di mettere insieme forze bipartisan, in grado di fermare questa folle visione che mortifica la nostra gente e ferma quel progetto di un porto europeo, meta di interessi e di attrazioni culturali, per tutti i popoli che si affacciano sul mediterraneo.

Michele Galimi-Segretario Circolo PD Cinquefrondi