A Gioiosa Ionica la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

A Gioiosa Ionica la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 24 novembre 2018 alle ore 15:30, il Club per l’UNESCO in collaborazione con la Pro Loco UNPLI, la Dirigenza dell’Istituto Comprensivo Gioiosa – Grotteria, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Gioiosa Jonica, organizza nell’ambito degli incontri di promozione sociale il “colloquio informativo dedicato ai temi dell’infanzia e dell’adolescenza”. Un appuntamento di pubblico interesse che coinvolgerà soprattutto genitori e insegnanti per parlare dei comportamenti dovuti alla gioventù nell’età più delicata dell’esistenza umana. In questo particolare momento dell’esistenza i giovani hanno quali privilegiati interlocutori, la famiglia e la scuola con ruoli diversi ma fondamentali sia nel conteso sociale che evolutivo.

Vittoria Bacher laureata in Lettere Moderne all’Università della Calabria, insegnante in congedo, studiosa dell’infanzia e autrice di testi dedicati ai giovani con un notevole bagaglio di esperienze fatte “sul campo” in oltre quarant’anni d’insegnamento a strettissimo contatto con il “mondo infantile”, spiegherà quali sono i modi migliori per aiutare i nostri figli. Questa iniziativa rappresenta un’importante occasione di crescita e socializzazione per le famiglie attraverso l’esperienza di educatori esperti sul fronte della tutela per i diritti dei minori. Richiamare l’attenzione degli adulti sui bisogni dei bambini, trovando mille modi per farlo è un risultato importante. La presenza di Vittoria Bacher che in tanti anni di volontariato sociale ha realizzato molti progetti educativi e, scritto diversi libri alcuni dei quali hanno avuto risonanza nazionale facendo da guida alle nuove generazioni d’insegnanti. L’attuale società si pone in modo fluido durante la crescita dei propri figli con superficiali e inconsistenti metodi, trascurando l’aspetto emotivo e le questioni delicate come la solitudine in una collettività annientatrice.

Bullismo, disagio giovanile e le altre forme di violenza, che colpiscono i più deboli devono essere maggiormente ascoltate e capite perché dal silenzio dei bambini (dovuto alla paura di parlare) si nasconde un notevole malessere. La rassegnazione e l’indifferenza non devono fare parte di noi. Ecco perché continuiamo a combattere a denti stretti, facendo la nostra parte e profondendo enormi energie, come persone, come genitori, nonni e insegnanti per spronare gli altri adulti a fare la loro parte.

A questo importante incontro parteciperà inoltre la Prof.ssa Katia Lombardo, Marco Soliberto e un rappresentante del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Locri. Gli Avvocati e i Praticanti Legali che si registreranno al convegno, avranno diritto a numero tre crediti formativi riconosciuti dall’Ordine.

Ufficio Stampa Club per l’Unesco Gioiosa Ionica