Domani a Gioiosa Ionica nascerà la prima Rete Europea dei Comuni Solidali

Domani a Gioiosa Ionica nascerà la prima Rete Europea dei Comuni Solidali

Dopo oltre un anno di lavoro, si avvicina l’ultimo incontro del progetto SOLIDA che darà vita all’Associazione Solida, la prima rete europea di comuni solidali. Il meeting finale si svolgerà martedì 4 dicembre a Gioiosa Ionica, comune capofila del progetto. Saranno presenti i sindaci di Gioiosa Ionica, Birgu (Malta) e Santa Pola (Spagna), i delegati delle municipalità di Erdut (Croazia), Lousada (Portogallo), Neapoli-Sikies (Grecia), Novo mesto (Slovenia) e Giovanni Maiolo (legale rappresentante della Rete dei Comuni Solidali).
Domani si raggiungerà un traguardo niente affatto scontato, nel corso dei mesi si è reso necessario discutere sulle modalità organizzative necessarie per strutturare una rete europea di comuni e finalmente il lavoro diplomatico di mediazione porterà al traguardo che ci si era prefissati, grazie alla collaborazione dei comuni interessati.
I lavori inizieranno con la registrazione, presso il Comune di Gioiosa Ionica, della neonata associazione. Successivamente, sarà convocata la prima assemblea generale che eleggerà i membri del consiglio di amministrazione e il presidente dell’associazione.

Nel pomeriggio, alle 18, si terrà una conferenza stampa a Palazzo Amaduri alla quale le S.V. sono invitate, per presentare gli organismi eletti dall’assemblea e discutere sull’immediato futuro della prima rete europea di comuni solidali.

Rispondi