Incidente scuola “Don Minzoni”: la precisazione del Comune di Gioiosa Ionica

Incidente scuola “Don Minzoni”: la precisazione del Comune di Gioiosa Ionica

Riceviamo e pubblichiamo

Per fare chiarezza ed evitare che si diffondano notizie non corrispondenti alla realtà è opportuno precisare alcune questioni in merito a quanto accaduto oggi presso il nuovo plesso Don Minzoni. La notizia secondo cui si sarebbe “staccata una finestra” riportata in uno scritto pubblicato sul web da parte di un genitore, non corrisponde al vero. Precisamente, per come i nostri tecnici e la ditta installatrice intervenuti immediatamente sul posto hanno potuto accertare, vi è stata la rottura della cerniera/freno di una finestra di areazione posta all’interno del bagno bimbe al primo piano (corso A). La causa di questo cedimento è presumibilmente imputabile, per come asserito dal tecnico intervenuto, al fatto che la finestra veniva normalmente aperta con una cordicella attaccata alla piccola maniglia posta in alto.

Aprire la finestra con questo sistema improprio ha provocato sollecitazioni anomale sulle cerniere/freno che servono a bloccare l’apertura intorno ai 30/40 gradi. Le cerniere/freno sono fatte per trattenere il peso della finestra quando questa viene correttamente aperta. Aprire le finestre utilizzando le cordicelle provoca un “contraccolpo”, una sollecitazione atipica sulla cerniera per cui alla lunga la stessa si danneggia e, come nel caso di oggi, cede. La ditta ha già installato una doppia cerniera/freno e installerà anche dei tiranti aggiuntivi di blocco per maggiore sicurezza. Resta il fatto che questo tipo di finestra deve essere aperta utilizzando una piccola scaletta e accompagnata: NON VA APERTA CON UNA CORDICELLA. Come detto, questa mattina la finestra, aprendosi improvvisamente a 90 gradi, ha colpito in testa una collaboratrice scolastica provocandole una piccola ferita che ha richiesto un punto di sutura. Ha ricevuto comunque tutte le cure del caso e per maggiore sicurezza è stata sottoposta ad esame diagnostico specifico (Tac) il cui esito è stato fortunatamente negativo. Una disavventura, che ha colpito una diligente lavoratrice e che in ogni caso non mette in dubbio assolutamente il grado di sicurezza dell’edificio. Rassicuriamo quindi tutta la comunità scolastica invitando ad evitare di riportare notizie imprecise che possano creare inutili allarmismi e sperando che quanto chiarito possa ricondurre l’avvenimento nella giusta dimensione. Alla collaboratrice scolastica va tutta la solidarietà per lo spiacevole occorso.

L’amministrazione Comunale

Tagged with