Esponente 5Stelle arrestato con l’accusa di corruzione

Esponente 5Stelle arrestato con l’accusa di corruzione

Notizia tratta da: corriere

Tempesta giudiziaria sull’amministrazione romana guidata dalla sindaca Virginia Raggi: all’alba è stato arrestato il presidente dell’assemblea capitolina, il Cinque Stelle Marcello Di Vito. I carabinieri hanno passato al setaccio la sua abitazione all’aba con un’ordinanza di custodia cautelare in carcere chiesta dai pm Barbara Zuin e Luigia Spinelli. De Vito è accusato di corruzione per aver preso elargizioni dell’imprenditore Luca Parnasi promettendo in cambio di favorire il progetto per la costruzione dell’impianto sportivo nell’area di Tor di Valle. Perquisizioni sarebbero in atto anche in Campidoglio.

Gli altri coinvolti

Il gip Maria Paola Tomaselli ha emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere oltre che per De Vito anche per l’avvocato Camillo Mezzacapo, destinatario di incarichi professionali su segnalazione del presidente del Consiglio comunale di Roma. Ai domiciliari vanno l’architetto Fortunato Pititto, legato al gruppo imprenditoriale della famiglia Statuto, e Gianluca Bardelli.

Fiorenza Sarzanini e Carlotta De Leo