L’Amministrazione di Cinquefrondi chiede la proroga dei tirocinanti e l’aumento delle loro retribuzioni

L’Amministrazione di Cinquefrondi chiede la proroga dei tirocinanti e l’aumento delle loro retribuzioni

L’Amministrazione Comunale con propria deliberazione di Giunta n. 76 del 05/06/2019 ha espressamente chiesto alla Regione Calabria ed al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di voler prorogare, alla scadenza del percorso di formazione prevista per l’ 08/10/2019, per un ulteriore periodo l’utilizzo dei tirocinanti presso il Comune di Cinquefrondi, per non vanificare l’esperienza acquisita.

L’interruzione, sicuramente, creerebbe  da un lato, disagio professionale e umano per gli stessi tirocinanti e dall’altro porrebbe il Comune in una situazione di grave difficoltà organizzativa impedendo, di fatto, l’espletamento e la garanzia di alcuni servizi pubblici e di interesse generale.
Il diritto al lavoro, costituzionalmente sancito,  non può e non deve essere negato, come ,anche, l’aumento dell’indennità previsto dall’art. 36 della Costituzione, che recita”il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e alla qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”.

Il Sindaco Conia invita tutti i Sindaci della Calabria a deliberare in tal senso, ritenendo la difesa del lavoro e dei lavoratori priorità assoluta in un territorio con gravi difficoltà socio-economiche.

Ribadisce, inoltre, il riconoscimento di una retribuzione adeguata e dignitosa ai tirocinanti e dichiara la propria disponibilità ad ogni azione democratica con le lavoratrici e i lavoratori di tutta la Calabria.  

Il Sindaco
Michele Conia