Colto in flagrante durante lo spaccio, pusher in manette

Colto in flagrante durante lo spaccio, pusher in manette

Il dispositivo di controllo del territorio realizzato dalla Polizia di Stato nei Comuni di Palmi – Gioia Tauro e Rosarno, denominato “Petrace”, predisposto su indicazione del Questore Vallone con un articolato sistema di interscambio operativo tra le Volanti dei Commissariati di Palmi e Gioia Tauro, ha consentito di realizzare un ulteriore risultato nell’ambito del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, espletando servizio nel Comune di Rosarno, hanno arrestato un cittadino extracomunitario, individuato nel momento in cui cedeva sostanza stupefacente in cambio del corrispettivo in denaro.

Il tempestivo intervento dei poliziotti ha consentito di bloccare il giovane, identificato per O.E., 29enne di nazionalità nigeriana che, sottoposto a perquisizione, è statotrovato in possesso di 3 dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso complessivo di 23 grammi, abilmente occultate sulla persona. 

L’uomo è stato dunque tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, su disposizione del magistrato di turno, tradotto in carcere in attesa del provvedimento di convalida. Ieri mattina l’arresto è stato convalidato con la prescrizione dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria in attesa delle attività amministrative che porteranno alla sua espulsione dal territorio nazionale.

Il modulo di capillare controllo del territorio “Petrace” consente, attraverso gli interventi  sopra descritti, di incidere in maniera significativa su quelle attività delinquenziali, quali lo spaccio di sostanze stupefacenti, che colpiscono particolarmente la sensibilità delle comunità locali.

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Reggio Calabria

Ciavula

GRATIS
VIEW