Studentessa della Zanotti Bianco di Marina di Gioiosa scrive a Ciavula: “Questa scuola non merita di perdere valore”

Studentessa della Zanotti Bianco di Marina di Gioiosa scrive a Ciavula: “Questa scuola non merita di perdere valore”

riceviamo e pubblichiamo la lettera della studentessa Nathalie Callà

Anche l’ITT U. Zanotti Bianco di Marina di Gioiosa Ionica, ha concluso l’anno scolastico con i maturandi che hanno affrontato l’esame di Stato. 
Crediamo però, che questo “rito di passaggio” sia soltanto la fine di un lungo percorso di formazione, caratterizzato da una serie di esperienze, eventi, conoscenze, che sono il risultato di ciò che oggi la scuola ed i suoi alunni sono. 

Negli ultimi due anni, abbiamo avuto modo di conoscere realmente i pro e i contro di questa scuola, trovandoci a combattere per i diritti che ci spettano e cercando di svolgere come meglio ci hanno permesso, i nostri doveri. 

Da questa scuola è potuta trasparire disorganizzazione, mancanza di ascolto e di comunicazione alunno-docente, trasgressione delle regole, violazione di diritti e doveri, ma ci teniamo a precisare che non è stato sempre così, noi che siamo la voce dell’esperienza vissuta dentro le mura di questo prezioso istituto tecnico, in maggioranza siamo stati affiancati da personale qualificato, docenti pronti ad offrire aiuto e soprattutto con la volontà di volere tramandare i propri saperi agli adulti di un domani. 
Realizzando che ormai il frutto è maturato, possiamo renderci conto del bene ricevuto attraverso un rapporto informale ed affettivo,dove alla base c’è il dovuto rispetto. 

Da parte dei docenti abbiamo trovato la porta sempre aperta fino alla fine, anche quando ce la meritavamo chiusa in faccia. 
Siamo convinti che un rapporto così benevole instaurato con alcuni di essi, durerà per sempre, grande simbolo di rispetto e gratitudine che ci porteremo come grande insegnamento impresso nel cuore. 
Quello che manca a questa scuola è la dovuta attenzione, perché è un indirizzo esigente, complesso e completo, garantisce una formazione a 360º di quello che deve essere il bagaglio culturale dell’uomo informato ed emancipato, ricco di opportunità che non vanno ignorate ma bensì sfruttate al massimo. 

Questa scuola non merita di perdere valore, va tutelata e ha bisogno di persone che credono nel futuro e nell’innovazione.

Un GRAZIE speciale, dalla 5ªB

Photo by Feliphe Schiarolli on Unsplash