Caulonia: va al mare e si punge con una siringa nascosta sotto la sabbia

Caulonia: va al mare e si punge con una siringa nascosta sotto la sabbia

Una tranquilla domenica mattina di agosto si è trasformata in uno spiacevole episodio per un quarantacinquenne residente a Caulonia. Nella giornata di ieri, l’uomo si è recato sulla spiaggia libera con il proprio figlioletto di 5 mesi per trascorrere una giornata al mare e ristorarsi dal caldo di quest’ultimo periodo. Dopo aver sistemato il telo da mare e il suo bimbo sulla battigia, nell’atto di sedersi si è accidentalmente punto il piede sinistro con un ago di siringa. Poco prima, in quella stessa area , stavano giocando un gruppo di bambini.

L’uomo spaventato ha subito preso il proprio figlio per recarsi al 118 di Caulonia e successivamente al Pronto soccorso di Locri per gli accertamenti immediati e sottoporsi a visite. Il sospetto è che l’ago, celato sotto la sabbia, possa essere potenzialmente infetto per cui il quarantacinquenne, che sporgerà denuncia contro le autorità competenti, dovrà vivere con la paura e sottoporsi come da prassi a controlli periodici.

Non è raro, purtroppo, trovare sulle nostre spiagge oggetti pericolosi come vetri, e raramente siringhe, che possono causare ferite o infettare per questo è necessario che ci sia un’attività di controllo del litorale.

Photo by Khadeeja Yasser on Unsplash

Tagged with
Ciavula

GRATIS
VIEW