Gioiosa Ionica pronta ad accogliere la terza edizione di “Percorsi d’emozioni al Castello”

Gioiosa Ionica pronta ad accogliere la terza edizione di “Percorsi d’emozioni al Castello”

Il Castello immerso in un borgo suggestivo, i prodotti locali e la musica dal vivo renderanno unica anche la Terza Edizione di “Percorsi d’emozioni al Castello”. La manifestazione si svolgerà martedì 20 agosto a partire dalle ore 21.00, nel corso della ricca e suggestiva settimana dedicata ai festeggiamenti per San Rocco, santo patrono della cittadina. “Percorsi d’emozioni al Castello” è stata pensata come strumento per una promozione autentica di ciò che di buono produce la Calabria, dalla birra ai vini, dal pane al formaggio, ai salumi e in generale ai prodotti tipici provenienti da agricoltura biologica, dai Presidi Slow Food e nello specifico dalle cooperative che coltivano i terreni confiscati alle mafie, con particolare riferimento al progetto “Libera Terra”.

L’iniziativa, di cui è partner Slow Food – Condotta Locride, e da quest’anno anche “Apostrofi a Sud”, blog collettivo a cura di Maria Teresa D’Agostino, nato dalla voglia di far conoscere tutto il bello nei vari settori che il mezzogiorno del mondo riesce a fare, è promossa dall’Associazione Don Milani, con il patrocino del Comune di Gioiosa Ionica.

Diversi i produttori che hanno garantito anche quest’anno la propria presenza, importantissima perché senza di loro il tutto perderebbe di forza. Ma per la terza edizione si è penato di dare in termini di contenuti qualcosa in più e ciò è stato possibile grazie alla collaborazione con “Do di Malto”. Alle 18.30 ci sarà la performance/laboratorio ‘A Tavula. Insieme ai partecipanti, Giulia Secreti realizzerà ‘a pasta i casa, che verrà cucinata, condita e degustata in abbinamento ad una birra artigianale scelta da Giuseppe Salvatore Grosso Ciponte

Cuore del percorso saranno la postazione Libera Terra e quella dell’Associazione Don Milani. La prima pensata ed organizzata da Slow Food – Condotta Locride con la collaborazione di Daniel D’Alù di Bark beer & bbqe la seconda più indirizzata alla tradizione culinaria locridea. Alcuni dei prodotti che si assaggeranno sono stati pensati assemblando materie prime provenienti da terre confiscate alla mafia, coltivate dalle cooperative sociali del circuito Libera Terra. Dai condimenti, alle verdure, alla carne sono stati studiati per ottenere il gusto più corrispondente ad un’iniziativa del genere che deve regalare, a chi vi partecipa, un’emozione!

Associazione Don Milani