Il Presidente Oliverio a Portigliola per assistere alla serata finale del Festival del Teatro Classico

Il Presidente Oliverio a Portigliola per assistere alla serata finale del Festival del Teatro Classico

Anche il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio sarà presente alla serata di gala che chiuderà l’edizione 2019 del Festival del Teatro Classico “Tra Mito e Storia”.

Il governatore ha infatti confermato la propria presenza tra il pubblico dello spettacolo Storia di un attore che vi aspetta questa sera, alle ore 21:30, presso il teatro Greco Romano di Portigliola e che avrà per protagonista assoluto il grande attore napoletano Mariano Rigillo. La presenza del Presidente è una prova ulteriore della sinergia istituzionale che si è venuta a creare tra l’Amministrazione Comunale di Portigliola e la Regione Calabria, che ha recentemente finanziato i lavori di recupero del Teatro Greco Romano garantendo un futuro più solido a un sito archeologico colpevolmente abbandonato negli anni passati.

E il Presidente Oliverio non poteva scegliere giorno migliore per assistere a una serata del Festival. Oltre allo spettacolo in cui Rigillo sarà affiancato da attori del calibro di Anna Teresa Rossini, Gabriella Casali, Edoardo Siravo e Gigi Miseferi, tutti accompagnati dalle note di Cristina Caridi e Dario Siclari e all’omaggio musicale della Calabria all’interprete a cura di Paolo Sofia, l’appuntamento di questa sera vedrà anche la consegna all’attore partenopeo del “Premio Tèssalo – Ambasciatore di cultura classica” sponsorizzato dal Nuovo Istituto Mutualistico per la tutela degli Artisti Interpreti ed Esecutori (Nuovo IMAIE), la più grande collecting italiana che gestisce i diritti degli artisti.

La cerimonia di consegna, condotta da Maria Teresa D’Agostino e Filippo Amoroso, sarà infatti un momento con il quale gli organizzatori del Festival intendono ampliare il prestigio e il cartellone della manifestazione anche negli anni a venire e dimostrerà una volta di più gli eccellenti risultati che l’Amministrazione e la direzione artistica di Edoardo Siravo e Marco Silani sono riusciti a conseguire quest’anno.

Ufficio Stampa